Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Screening gratuiti a bordo del "treno della salute", partito da Venezia | VIDEO

L'iniziativa, promossa da Medici con l'Africa Cuamm, toccherà nel mese di maggio le più importanti città venete

 

È iniziato questa mattina dalla stazione di Venezia il viaggio del Treno della salute, promosso da “Medici con l'Africa Cuamm”, “Ferrovieri con l'Africa” e Regione Veneto che toccherà, fino al 22 maggio, le principali stazioni ferroviarie del Veneto. Cinque vagoni per offrire, a chi lo desidera, screening gratuiti per la salute: dal controllo della pressione, del colesterolo e della glicemia, a elettrocardiogrammi, da consulenze nutrizionali a interventi di primo livello per il trattamento del tabagismo. E oltre alla prevenzione, anche l'informazione, rivolta in primis ai bambini, con laboratori didattici sulla corretta alimentazione e sull'importanza dell'attività motoria.

L'associazione, nata nel 1950, svolge attualmente un'opera di tutela e promozione della salute in otto paesi dell'Africa sud-sahariana (Angola, Etiopia, Mozambico, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania e Uganda), appoggiando 24 ospedali e 64 distretti, oltre a 3 scuole infermieri e un'università (in Mozambico).

Dopo Venezia, il Treno della Salute farà tappa a Padova (3-5 maggio), Rovigo (6-7 maggio), Bassano (8-9 maggio), Treviso (10-12 maggio), Belluno (13-14 maggio), Portogruaro (15-16 maggio), Verona (17-19 maggio), Vicenza (20-22 maggio). All'inaugurazione era presente, in rappresentanza della città, la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano.

«È bello veder partire da casa nostra questa iniziativa di respiro internazionale - ha commentato il direttore dell'Ulss 3, Giuseppe Dal Ben -. Sul treno della salute trovano posto insieme gli sforzi di prevenzione e cura fatti dal CUAMM in una terra lontana, la Sierra Leone, e quelli quotidianamente messi in atto dal servizio sanitario regionale nelle città del Veneto». Mentre il dottor Luca Sbrogiò, direttore del Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria, spiega: «Ci mettiamo a disposizione proponendo ai visitatori, anche grazie alla preziosa collaborazione delle associazioni di Volontariato, la rilevazione dei principali parametri per lo screening cardiovascolare, glicemia, colesterolo, indice di massa corporea, pressione arteriosa, e attività di sensibilizzazione riguardo a screening oncologici, nutrizione, attività motoria e fumo».

I vagoni centrali del treno sono dedicati alle attività del CUAMM. Il terzo è stato allestito per sensibilizzare sulla situazione sanitaria della Sierra Leone: all’interno i visitatori possono vedere alcuni strumenti e attrezzature utilizzati in un tipico ospedale rurale africano. Tra i primi visitatori, nella mattinata del primo giorno di attività del treno della salute, i giovanissimi allievi – due classi di terza elementare – dell’istituto Morosini di Venezia.

Potrebbe Interessarti

  • Scontro fra mezzo di linea Actv e taxi acqueo, due contusi

  • Marito e moglie cadono sugli scogli e si feriscono: «Niente paura, è un'esercitazione dell'Ulss3»

  • Alloggi pubblici, Lanzarin: «No passo indietro sugli affitti. Sì a correttivi per anziani con risparmi»

  • Cagnolini in baracche fatiscenti, sequestrata una decina di cuccioli | VIDEO

Torna su
VeneziaToday è in caricamento