Polizia locale, poi mercato e strutture ricettive: ok al progetto Tronchetto

Approvata dalla giunta la riorganizzazione dell'area, compresa la smart control room con tecnologie per monitorare la città e il traffico acqueo. I lavori dovrebbero essere eseguiti nel 2019

Il grande edificio dell'interscambio merci si avvia a diventare la nuova sede del Comando di polizia locale dopo l'approvazione, da parte della giunta veneziana, del progetto di risistemazione e riorganizzazione dell'isola del Tronchetto. Il piano si sviluppa in più fasi e comprende anche la smart control room (sempre in gestione ai vigili urbani), il mercato ittico, il piazzale dei bus e strutture ricettive.

Sede e impianti

Il primo progetto (da finanziare con 2,15 milioni di euro) prevede l’adeguamento del complesso edilizio: al piano terra sarà allestita la nuova guardiola a presidio dell’ingresso; al primo piano le aree di controllo e vigilanza del territorio, oltre agli uffici; al piano interrato ci saranno spogliatoi con annessi servizi igienici, depositi di materiali, locale dell’armeria, locale di identificazione e sette celle di detenzione, oltre a una autorimessa per circa 30 posti auto. L’attuale edificio subirà delle modifiche edilizie interne e di riorganizzazione degli ambienti. Inoltre si procederà con la realizzazione ex novo di tutti gli impianti elettrico, idrico sanitario, di riscaldamento e raffrescamento al piano interrato e l’adeguamento degli impianti esistenti al piano primo.

Controllo "smart" sulla città

Il secondo progetto riguarda la cosiddetta smart control room, che rientra negli interventi finanziati dal Pon Metro per quasi mezzo milione di euro e prevede la ristrutturazione di una zona dello stesso edificio per ospitare la centrale multimediale per il controllo e la gestione della mobilità (anche acquea), della sicurezza stradale e del territorio con servizi di info mobilità multicanale per l’utenza. Sarà ricavata anche una situation room, ossia una sala conferenze dove gestire le situazioni di emergenza. All'intervento strutturale si aggiunge un ulteriore investimento di 5 milioni di euro del Pon Metro, affidato a Venis spa, che finanzia la parte tecnologica: ci sono i video wall georeferenziati per monitorare la città, le integrazioni software per convogliare i dati provenienti dai vari punti di controllo e la realizzazione di un nuovo sistema di controllo del traffico acqueo. I lavori strutturali sull’edificio vedranno Insula S.p.A come soggetto attuatore e inizieranno nel mese di marzo per concludersi a luglio, mentre la realizzazione tecnologica e software della smart control room è affidata a Venis e si concluderà entro l’anno. Ad ottobre è inoltre prevista la consegna della nuova sede dei vigili urbani.

Consorzio, mercato e trasporti

Spiega il sindaco Luigi Brugnaro: «I due interventi, del valore complessivo di oltre 2,6 milioni di euro, rientrano nel piano più generale di quasi 20 milioni che questa amministrazione ha voluto avviare al Tronchetto e che prevedono, tra le altre cose, la realizzazione della caserma dei carabinieri, l’adeguamento degli spazi del centro logistico per l’insediamento, oltre che della polizia locale e della smart control room, anche del consorzio ortofrutticolo e del mercato ittico, la già avviata sistemazione dell’area adiacente la stazione di arrivo e partenza del people mover con un nuovo parcheggio per autobus, un’area dedicata al mercato turistico giornaliero, una per i servizi igienici ad uso pubblico e, infine, una parte da destinare ad attività ricettive».

tronchetto 03-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Meteo instabile nelle prossime ore: arriva l'ondata di calore, in Veneto rovesci e temporali

  • Confermati temporale e grandine, nel Veneziano crolleranno le temperature

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Dalla pesca al furto: denunciati ragazzi veneziani

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

Torna su
VeneziaToday è in caricamento