Approvato dal cda di Veritas il progetto per la messa in sicurezza della discarica di Ca' Rossa

Il Consiglio di Amministrazione di Veritas ha deliberato l’approvazione del progetto esecutivo per il completamento della messa in sicurezza della discarica

Il Consiglio di Amministrazione di Veritas ha deliberato l’approvazione del progetto esecutivo per il completamento della messa in sicurezza della discarica di Cà Rossa (Chioggia) – primo lotto funzionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto

L’importo del progetto è di circa 3milioni di 200mila euro e prevede la prima parte delle opere di messa in sicurezza della discarica. La copertura finanziaria avverrà in parte con un finanziamento della Legge Speciale e gode di un contributo della Regione Veneto. Il progetto è in corso di approvazione da parte della Città metropolitana di Venezia. La discarica, chiusa ormai da oltre un decennio, è destinata alla gestione post-mortem per i prossimi 30 anni. Si ricorda che Veritas gestisce, per conto dei Comuni, il post-mortem delle discariche di Calvecchia a San Donà, Centa Taglio a Portogruaro, Ca’ Barbiero a Noale, Ca’ Perale a Mirano, Piave Nuovo a Jesolo (ancora aperta e dedicata quasi esclusivamente agli scarti della selezione dei materiali estranei ma che verrà chiusa nei prossimi 6–7 anni) e da ultima proprio quella di Ca’ Rossa di Chioggia, che è anche la più grande. Veritas utilizza le discariche solo per il 3-5% dei materiali raccolti, che non possono essere avviati al riciclo o al recupero energetico, dopo la trasformazione in Css (combustibile solido secondario).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento