Veritas mette in servizio 31 nuovi mezzi operativi alimentati a metano

La società intende sostituire in 10 anni tutti i propri veicoli con automezzi a basso impatto ambientale

Veritas: in servizio 31 mezzi operativi alimentati a metano

Il gruppo Veritas sceglie di puntare sulla sostenibilità e mette in esercizio nuovi automezzi alimentati a metano per svolgere i servizi idrici e la raccolta di rifiuti. Per ora il numero dei veicoli a basso impatto ambientale utilizzati dall'azienda sono 31 ma è prevista in 10 anni la totale sostituzione dei vecchi mezzi con nuovi veicoli operativi a metano secondo un importante piano di investimenti dell'azienda. 

Questi nuovi mezzi, grazie a un utilizzo di combustibili puliti (metano o biometano, ricavato dal trattamento della frazione organica dei rifiuti) riducono in maniera sensibile le emissioni di anidride carbonica nell'aria e le polveri sottili provocando, di conseguenza, una diminuzione di inquinamento e un miglioramento della qualità dell'aria. 

Dall’inizio del 2018, Veritas ha acquistato e messo in esercizio 197 nuovi mezzi su gomma. Si tratta di veicoli più performanti e meno inquinanti, che rappresentano circa il 20% della flotta aziendale su gomma, formata da 1.060 mezzi operativi. I nuovi acquisti sono per la maggior parte automezzi operativi: solo 37 sono autovetture. Ci sono poi 58 furgoni (8 per i servizi ambientali e 50 per il servizio idrico integrato); 18 compattatori a carico posteriore (8 dei quali per la zona di Jesolo e San Donà) e 2 a carico laterale; 27 autocarri con compattatore costipatore; 14 mini autocarri con vasca; 13 spazzatrici; 5 autocarri con gru, 3 scarrabili, 2 con vasca e uno con sponda; 5 motocicli; 3 officine mobili; 3 rimorchi; 2 miniscavatori; un caricatore a polipo; un miniautocarro con cassone; una minipala e un trattore stradale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento