A Mestre arriva lo "Zetatielle Network": per i disabili niente più paura di essere multati

Permetterà ai cittadini con disabilità in possesso di "Pass Blu" di accedere alle Zona a traffico limitato con varchi telematici di 23 Comuni della Regione senza dover comunicare anticipatamente il passaggio

Proseguono gli incontri sul territorio per la diffusione del progetto "Zetatielle Network", un servizio digitale promosso dalla Regione Veneto che permetterà ai cittadini con disabilità in possesso di "Pass Blu" di accedere alle Zona a traffico limitato con varchi telematici di 23 Comuni della Regione senza dover comunicare anticipatamente il passaggio e senza paura di essere multati. Alla presentazione di oggi a Mestre, nell'Auditorium della Città metropolitana, è intervenuto, in rappresentanza dell'Amministrazione comunale, l'assessore alla Mobilità Renato Boraso.

«Il Comune di Venezia - ha esordito Boraso, ringraziando quanti hanno lavorato alla realizzazione dell'iniziativa - ha aderito subito a questo progetto, che contribuirà concretamente a semplificare la vita quotidiana di molte persone. Un esempio di circuito virtuoso che, mi auguro, potrà essere esteso anche ad altre categorie di utenti delle strade, penso ad esempio al traffico pesante o alla categoria dei noleggi con conducente, e esportato come buona pratica anche oltre i confini regionali». I Comuni del Veneto che aderiranno al progetto sottoscrivendo la convenzione, che diventeranno enti certificatori, continueranno a rilasciare in autonomia i Pass Blu ai cittadini che ne hanno diritto ma dovranno anche contribuire a implementare le "White list" inserendo i numeri di targa dei veicoli che possono usufruire del Pass. Le liste saranno poi condivise nei data base del Comune di Venezia, ente aggregatore del progetto, e nel Registry della Regione Veneto. Quando si verifica una violazione della ZTL il sistema provvederà dunque a verificare se il veicolo è tra quelli autorizzati o meno e, solo nel secondo caso, si procederà con la sanzione.

Il Comune di Venezia metterà inoltre a disposizione dei 44 Comuni della Città metropolitana di Venezia che sottoscriveranno la convenzione la propria piattaforma informatica per la gestione delle ZTL. "Il software - ha spiegato la responsabile del Servizio Mobilità terrestre della Direzione Mobilità e Trasporti, Angela Scolaro - permette la gestione anagrafica degli utenti con Pass Blu, di fare ricerche e statistiche, di inserire le targhe nelle White list o verificarne la validità". Entro fine febbraio la Regione Veneto renderà inoltre disponibile per i cittadini l'app ViviVeneto, che tra le sue funzionalità avrà anche l'inserimento in autonomia delle targhe collegate al Pass Blu.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

  • Badante si schianta con l'auto: aveva un tasso alcolemico di 3,33

Torna su
VeneziaToday è in caricamento