DiLibri

DiLibri

Paco Roca racconta il grande intrigo che nasce dal fondo del mare

Il tesoro del Cigno Nero è la nuova graphic novel del celebre autore spagnolo, sceneggiata da Guillermo Corral. È basata su una storia realmente accaduta

Politica, diplomazia, avventura. E ancora sentimenti di amore, gioia e frustrazione. C'è tutto nella nuova graphic novel di Paco Roca Il tesoro del Cigno Nero. L'opera, edita in Italia da Tunué, racconta il ritrovamento al largo delle coste portoghesi del più grande tesoro sottomarino mai individuato e il successivo contenzioso tra una società di recupero tesori statunitense e il governo spagnolo. Si tratta di un episodio storico realmente successo, nemmeno troppo in là negli anni, nel 2007, vissuto in prima persona da Guillermo Corral, sceneggiatore del libro, all'epoca dei fatti direttore generale del ministero della Cultura del Regno di Spagna.

Il tesoro del Cigno Nero di Paco Roca

Nel maggio del 2007 la Ithaca Deep Sea, principale società al mondo di recupero tesori, annuncia il ritrovamento del più grande tesoro sottomarino mai trovato. Stando a quanto riferito ai media dalla compagnia, si tratterebbe della misteriosa Il Cigno Nero. Ci sono però chiari indizi che portano a pensare che si tratti di un vascello spagnolo. Da qui comincia un appassionante intreccio legale, le cui radici affondano in fatti avvenuti due secoli prima.

Estratto Il tesoro del cigno nero Paco Roca-2

La citazione

Sarà una battaglia legale lunga e complicata...

...ma c'è in gioco niente di meno che la nostra dignità come nazione...

...e vi assicuro che in questo film non vinceranno i pirati

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Paco Roca è un mago delle graphic novel, non a caso annoverato dai più tra i più grandi esponenti del genere a livello internazionale. La sua carriera, i suoi premi e soprattutto le sue opere parlano per lui, su tutte quel Rughe che l'ha reso celebre al grande pubblico (LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE). Il tesoro del Cigno Nero conferma la statura di Roca. Il tratto di disegno è come sempre essenziale, la scelta del colore calibrata con sapienza. Il concatenarsi delle strisce è incalzante e dà ritmo alla narrazione anche quando gli intrighi politici e diplomatici rallentano la narrazione. Sta qui la bravura dell'autore, rendere appassionante anche quella parte di eventi che invece potrebbero risultare più noiosi, ma che sono comunque necessari ai fini dell'opera. Tutti gli episodi trovano la loro casella e vanno a creare un puzzle che rasenta la perfezione. Il valore aggiunto? L'approfondimento storico, a cui è dedicata una sezione speciale. Non è necessario aggiungere altro, se non l'invito spassionato a leggerlo il prima possibile.

Valutazioni (da 📖 a 📖📖📖📖📖 )

  • TRAMA 📖📖📖📖
  • STILE 📖📖📖📖📖
  • COINVOLGIMENTO 📖📖📖📖

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento