ViviVenezia

ViviVenezia

La rinascita del campanile di San Marco: martoriato dai fulmini e protagonista di un crollo, il paròn di casa in tutta la sua bellezza

Esposto alle intemperie e flagellato dai fulmini, protagonista di un crollo ma anche di una maestosa rinascita: è la travagliata storia del campanile di San Marco, ancora oggi uno dei più grandi e famosi simboli di Venezia.

Il campanile di San Marco nasce ufficiosamente nel IX secolo quando venne eretta una torre che ebbe la funzione di faro. Poi nel XII secolo venne riedificato e nel Cinquecento assunse praticamente la fattezza attuale, modificando campanile di Aquileia e di quello di San Mercuriale a Forlì. Caratteristici la cuspide in rame e la statua di San Gabriele sulla sommità.

Per la sua forma e fattezza, il campanile di San Marco subì negli anni diversi "colpi di fulmine" che lo indebolirono e a volte lo rovinarono rendendo necessario, in ultimo, un restauro e un provvedimento che lo mettesse in sicurezza. Non appena venne ideato il parafulmine, il "paron de casa" ne fu subito attrezzato. Correva l'anno 1776 e questo dispositivo divenne indispensabile per proteggere l'opera d'arte la cui durata, grazie anche a questa accortezza, venne prolungata di qualche anno.

Nel 1902, infatti, avvenne quello che tutti i  veneti non potranno mai dimenticare: il crollo del loro simbolo per eccellenza.

Il 14 luglio 1902 il campanile di Venezia, martoriato dall'età, dalle intemperie e dai numerosi fulmini che lo avevano bersagliato nel corso della sua storia, crollò definitivamente su sè stesso. La piazza, per miracolo, quella mattina (alle 9.30) era totalmente deserta. Nessun ferito, nessun veneziano venne coinvolto nel crollo. Il campanile si accartocciò su sè stesso lasciando solo un mucchio di macerie a riempire una delle più belle piazze del mondo. Lo sgomento fu tale che in pochi giorni venne presa la decisione di ricostruirlo esattamente tale e quale era. Tutti furono d'accordo e l'opera di ricostruzione e di rinascita del campanile partì. La ricostruzione avvenne e in dieci anni, esattamente il 25 aprile del 1912, proprio nel giorno di San Marco, il nuovo campanile fu inaugurato tra la gioia e lo stupore di tutti i cittadini veneziani. Un giorno memorabile che lanciò ancora una volta verso il cielo, e a guardia di tutta la città, il paron del casa.

Fonte: evenice; venicewiki; turismovenezia.it

ViviVenezia

Tante idee per vivere Venezia al meglio: segui il nostro blog per rimanere aggiornato sulle novità più interessanti su locali e ristoranti, attività all'aria aperta, shopping, eventi e sport. Per sfruttare al meglio il tuo tempo libero e... scoprire i piccoli tesori vicino a casa. Vuoi diventare protagonista del blog? Inviaci la tua segnalazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento