Manutenzione piscina: come effettuarla in vista dell'autunno

Ecco come proteggere la piscina da freddo e mantenerla pulita in vista della prossima estate

Manutenzione piscina: come effettuarla in vista dell'autunno

L'autunno è ormai alle porte, le temperature si stanno abbassando e il mare, così come la piscina, diventano sempre più dei ricordi. Se si dovesse possedere una piscina in casa propria bisogna iniziare a pensare alla sua manutenzione invernale in modo da preservarla al meglio per la prossima estate. Ecco una guida su come fare.

Invernaggio: cos'è e quali sono i vantaggi

In inverno bisogna continuare con gli stessi trattamenti che riservavamo alla nostra piscina d'estate. Anche se costosi e impegnativi, questi servono a preservarne lo stato e ad evitare eventuali danni. Questo tipo di operazione viene definita in termini tecnici "invernaggio attivo" permette di non svuotare la piscina e preservarne le sue caratteristiche.  Tra i vantaggi:

  • le piastrelle non si rovinano perchè non vengono attaccate dal freddo
  • la sporcizia non si incrosta quindi può essere rimossa facilmente
  • l’acqua non si sporca e quindi non si crea il rischio di creare uno stagno
  • in primavera quando si riprende a usarla non si è costretti a svuotarla

L’invernaggio di solito si effettua quando la temperatura scende sotto i 12° altrimenti c’è il rischio della continua formazione delle alghe. Per effettuare nel modo corretto questo processo, è bene pulire preventivamente l’acqua. Nel caso di residui meglio effettuare un controlavaggio del filtro. Fatto questo bisogna pulire a fondo i cestelli o le retine presenti nel canalone di sfioro e il prefiguro della pompa. Una volta sistemato il filtro bisogna controllare il ph e la durezza dell’acqua. Per regolarlo bisogna immettere in vasca i prodotti chimici necessari e lasciarli circolare all’interno dell’acqua. Nel frattempo, se il locale tecnico è sotto il livello dell’acqua bisogna chiudere le varie valvole, se invece è sopra, meglio lasciare le valvole aperte a metà. A questo punto bisogna pulire il cestello prefitro della pompa e svitare i tappi per lo spurgo.

È importante lasciare acqua all'interno della piscina per evitare eventuali piegamenti o cedimenti della struttura. Per le piscine rivestite in pvc, si evita di far indurire il rivestimento con il freddo mentre quelle in mosaico potrebbero avere distacchi del rivestimento se venissero lasciate senz'acqua. Per quanto riguarda le incrostazioni, potrebbero essere incentivate dalle basse temperature dell'acqua rendendo più difficile la rimozione. Quindi, meglio abbassare il livello dell'acqua sotto gli skipper quando fa troppo freddo e svuotare le tubature. Per evitare che l'acqua congeli è bene anche posizionare sulla superficie dei galleggianti morbidi che impediscono la formazione di ghiaccio. 

Le coperture

Una volta effettuato l'invernaggio si può procedere alla copertura della piscina per proteggerla da sporcizia e residui. Tra le soluzioni più semplici ed efficaci ci sono i teli ancorati con strutture tubolari. Se ci sono bambini in casa meglio scegliere teli in grado di reggere un certo peso per evitare rischio di incidenti. Da giugno 2018 in base alla normativa UNI 11718, ci sono  dei requisiti da rispettare: la copertura deve prevenire la caduta di un bambino e deve evitare che questo si infili sotto. Il carico da sopportare un peso di 100 kg, il fissaggio non deve causare inciampi ai bambini. In caso di copertura automatica il sistema centralizzato deve essere posizionato lontano dalla portata dei bambini.

Prodotti online per proteggere la piscina in autunno

Copertura di sicurezza

Telo termico per piscina

Telo copertura copri piscina rettangolare 

Copertura invernale per piscina ovale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Albero di natale vero o finto? Quale scegliere

Torna su
VeneziaToday è in caricamento