Festa dei defunti a San Michele, la Curia: cimitero non è un'attrazione

Meno turisti e più fedeli in preghiera, questo il desiderio del responsabile dei servizi liturgici. Simionato: "Questo è anche un camposanto monumentale"

Anche Venezia sabato ha celebrato il giorno dedicato ai defunti, con migliaia di cittadini, molti arrivati anche dalla terraferma, arrivati fino all'isola di San Michele per poter salutare i parenti che non ci sono più. Ma nei vaporetti partiti dalle Fondamente Nuove affianco ai residenti della laguna, armati di mazzi di fiori, si accalcavano anche i tanti turisti che fino al cimitero ci andavano in visita. E, come riportano i quotidiani locali, dalla Curia qualcuno evidentemente non ha apprezzato, tanto da lanciare un monito perché l'isola dei morti resti meta di preghiera e non di turismo.

INVITO ALLA FEDE – A celebrare la messa nell'isola della laguna ci hanno pensato il patriarca Francesco Moraglia e monsignor Ettore Fornezza, incaricato dalla Curia di guidare i servizi liturgici del camposanto. Proprio Fornezza, dal pulpito di San Michele, ha chiesto che si vigili perché il cimitero resti un luogo di culto e non si trasformi in un'attrazione turistica. Il monsignore ha anche chiesto ai preti del Veneziano di aiutarlo, seguendo i parrocchiani fino al loro ultimo viaggio nell'isola, poi ha parlato dell'infinito mistero della morte, citando papa Francesco, Giovanni Paolo II e persino il filosofo e teologo danese Soren Kierkegaard, padre dell'esistenzialismo che tanto spazio dedicò nelle sue riflessioni alla vita e alla morale religiosa. L'appello alla preghiera e alla difesa dei cimiteri non finisce inascoltato, ma nel riprendere le parole di Fornezza il vicesindaco Sandro Simionato, presente sabato a San Michele, ha voluto ricordare che quello lagunare è anche un camposanto monumentale, dove sono sepolti grandi nomi dell'arte, della musica e della letteratura. Sarebbe impossibile e ingiusto, quindi, negare la possibilità di visite “turistiche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • La due volte premio Oscar Emma Thompson da oggi è residente a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento