Acqua alta, venerdì mattina picco a 109 centimetri. Nel weekend si andrà ancora più su

Con un sms di prima mattina il Centro maree aveva messo in guardia per un possibile livello molto elevato. Turisti affascinati, residenti meno. Domenica si arriva a 115 centimetri

L'acqua alta continuerà a "imperversare" a Venezia per i prossimi giorni, con un picco superiore a quanto ci si aspettasse solo poche ore prima anche nella giornata di venerdì. Il Centro maree del Comune, infatti, attraverso anche il sistema di alert via sms, ha informato i cittadini che le previsioni per il 16 marzo sono state riviste al rialzo: poco prima delle 10 sono stati raggiunti valori che hanno sfiorato i 110 centimetri (codice arancio). 

VIDEO: viaggio in città con l'acqua alta

Aggiornamenti continui delle previsioni

Da giorni si segnalavano condizioni favorevoli al fenomeno dell'acqua alta in centro storico: la perturbazione che ha interessato tutta la provincia giovedì ha portato con sé venti di scirocco su tutta la costa croata. A questo quadro si aggiungono l'astronomica di Sizigia e la "marea residua" degli eventi dei giorni scorsi. Risultato: livelli sostenuti che potrebbero ripetersi anche nel corso del fine settimana. Sabato 17 sono previste due maree molto sostenute da oltre 110 centimetri, alle 10.35 e alle 23.05. Dalla sera di venerdì, infatti, è previsto un brusco abbassamento della pressione con richiamo di venti. Il punto massimo è per domenica 18 marzo, con 115 centimetri alle 23.30.

bollettino_grafico-12-12

Fenomeno inusuale per il mese di marzo

Il consiglio, vista la situazione piuttosto mutevole, è di controllare più volte gli aggiornamenti del centro maree, soprattutto domenica. Si tratta di un fenomeno piuttosto raro per il mese di marzo, ma oramai il meteo ha dimostrato che può fare sempre più i capricci in maniera inaspettata. La comunicazione del nuovo picco è stata lanciata anche attraverso il consueto sms inviato alle 6.50 agli oltre 70mila iscritti al servizio di alert. Ci saranno le passerelle posizionate dagli operatori Veritas a consentire il transito attraverso i percorsi pedonali principali. Da notare che il livello medio dei primi 15 giorni di marzo di quest’anno, 53 centimetri, è il più alto mai registrato dal 1941.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Meteo

Dal punto di vista del meteo, l’Arpav rileva che “sabato arriverà un impulso freddo dall'Europa nord orientale che alimenterà un minimo depressionario presente sul bacino occidentale del Mediterraneo. Il tempo si manterrà variabile a tratti perturbato; il calo termico sarà sensibile con temperature che si porteranno su valori ben al di sotto della norma, soprattutto da domenica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

  • Scomparso da tre giorni, trovato nel canale senza vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento