L'acqua alta all'alba domenica, non sarà l'unico picco della settimana

Il punto più elevato della marea è stato toccato alle 5.40, con 110 centimetri. Nei prossimi giorni picchi simili, anche se meno elevati

Il picco di acqua alta si è registrato alle 5.40 di domenica mattina, quando al mareografo di Punta della Salute si è misurata una punta massima di marea di 110 centimetri sullo zero mareografico. E' arrivata e se n'è pure andata l'ennesima acqua alta della stagione, ma non sarà l'unica.

All’origine del fenomeno, è stato il passaggio di una perturbazione di origine atlantica che ha provocato forte maltempo sull’Italia settentrionale (nelle altre regioni i danni sono stati molto pesanti), e che ha suscitato sull’Adriatico vento di scirocco costante fino a 45-50 chilometri orari, in presenza di un sovralzo del mare stabile sui 40 centimetri, a causa del blocco delle acque nel canale di Otranto, sotto la spinta del vento.

Durante i prossimi tre giorni è prevista ancora marea sostenuta con punte massime domani alle 7.20 di 95 centimetri e martedì alle 7.50 di 105 centimetri. Alle 5 di domenica mattina dunque si è allagata una superficie pari a circa il 12 per cento della viabilità pedonale, con un livello variante da pochi millimetri a una media di 30 centimetri in piazza San Marco, l'area più bassa della città.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento