Si piazza davanti all'autobus e aggredisce tre autisti

È successo nella notte tra sabato e domenica a piazzale Roma. L'uomo ha ritardato la partenza dei mezzi, poi è stato bloccato a San Giuliano. Un altro episodio violento è avvenuto in vaporetto

Piazzale Roma

Attimi di concitazione nella notte tra sabato e domenica a piazzale Roma, a Venezia. Verso l'una un uomo è andato in escandescenze piazzandosi davanti a un autobus Actv della linea notturna per bloccarne la partenza, azione poi ripetuta con un secondo bus. Nel pomeriggio, invece, un'altra aggressione era avvenuta su un battello della linea 1, dove un passeggero aveva picchiato un marinaio. Il motivo: era stato lasciato a terra perché il vaporetto era troppo pieno. Dopodiché è fuggito.

L'intervento

Tornando all'episodio di piazzale Roma: sono stati gli autisti (in tre), per primi, a tentare di riportare la situazione alla normalità. L'uomo si sarebbe scagliato anche contro di loro, armeggiando con uno dei tergicristalli e danneggiando i mezzi pubblici. L'aggressore, alla fine, sarebbe salito su un altro autobus in partenza per la terraferma, mentre l'azienda di trasporti ha chiesto il supporto delle forze dell'ordine. Una pattuglia è intervenuta a San Giuliano, riuscendo a intercettare e identificare l'uomo, un mestrino. Toccherà ad Actv procedere con la denuncia nei suoi confronti.

Il commento dell'azienda

«Ci sono alcuni pochi nostri concittadini che purtroppo con arroganza mista ad ignoranza si lasciano andare a comportamenti violenti e maleducati. - ha denunciato Giovanni Seno, direttore generale del gruppo Avm - Sono gli stessi che evadono le regole in genere, incluso l’obbligo di pagare il biglietto, o si permettono di vandalizzare mezzi e strutture. Ricordo che, come più volte affermato, sono i residenti, tanto di città storica quanto di terraferma, i nostri più grandi evasori. Totale solidarietà al nostro marinaio e ai nostri autisti aggrediti che incontrerò nei prossimi giorni per valutare assieme eventuali denunce». Il sindacato Sgb, invece, ha ricordato le varie iniziative intraprese per chiedere all'azienda di affrontare il problema della sicurezza dei dipendenti e ha minacciato di indire scioperi senza preavviso «in protesta per gravi eventi lesivi dell'incolumità e della sicurezza dei lavoratori».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto si è risvegliato dal coma. Una perizia chiarirà le cause dell'incidente

  • Si è spento il sorriso più bello: Caorle stretta nel dolore per la morte di Juri

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • C'è un nuovo ristorante con due stelle Michelin a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento