"Da quando sto con lei sono un altro": Morata dedica gol e coppa Italia alla sua Alice

Il calciatore bianconero, entrato nei supplementari nella finale tra Juve e Milan, ha segnato la rete decisiva e ai microfoni dei giornalisti ha dedicato la vittoria alla fidanzata mestrina Alice Campello

Alvaro e Alice (foto: twitter)

"Da quando sto con lei sono un altro": la dedica che tutte le ragazze vorrebbero sentire dalla bocca del proprio fidanzato arrivano da Alvaro Morata, attaccante della Juventus, che sabato sera allo stadio Olimpico di Roma ha regalato la vittoria della coppa Italia ai bianconeri segnando contro il Milan.

Una rete che ha sbloccato un match difficile e che ha consegnato il trofeo alla squadra di Allegri: e a segnarla, appunto, proprio lo spagnolo subentrato nel corso della gara dalla panchina. Una gioia grande per i tifosi ma anche per lui stesso, una gioia che in diretta televisiva ai microfoni dei giornalisti della Rai il goleador ha voluto dedicare alla sua famiglia e anche alla sua fidanzata, la mestrina Alice Campello.

Rotti gli indugi dunque, dopo che i due per giorni avevano seminato indizi del loro amore soprattutto sui social, Alvaro e Alice sono usciti finalmente allo scoperto. E lo spagnolo si è esposto con parole al miele per la bella mestrina. L'interessata, dopo la dedica, ha risposto sul suo profilo Instagram estasiata: "Posso morire felice". L'amore trionfa e intanto i tifosi bianconeri sui social si appellano a lei per far restare Morata in bianconero: chissà che davvero la bella italiana non riesca a convincere il suo campione a restare nel Belpaese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento