Quasi 150 chili di amianto abbandonato alla Gazzera: verifiche in corso

Le segnalazioni dei cittadini sono arrivate ai Rangers d'Italia che una volta sul posto hanno accertato la presenza dei materiali scaricati abusivamente

Foto: l'amianto ritrovato dai Rangers alla Gazzera

Circa 150 chili di eternit abbandonato è stato trovato dai Rangers D’Italia alla Gazzera. Le segnalazioni sono giunte al reparto dai cittadini. Recandosi sul posto gli agenti hanno potuto verificare la prsenza del materiale pericoloso scaricato abusivamente. 

Zona recintata

Si tratta di lastre composte da fibro-cemento contenente amianto, probabilmente gettate e frantumate nel verde a lato di un canale, nella notte fra Natale e Santo Stefano, in via Gazzera Bassa (luogo già noto per altri rinvenimenti di rifiuti speciali e pericolosi). Iniziate subito le operazioni per raccogliere a verbale quanto rinvenuto, il reparto dei Rangers D’Italia ha un nastro identificativo con idonea informazione di non toccare il materiale.

Segnalazioni

«Le segnalazioni - ricordano i Rangers - sono importi per monitorare lo stato di salute dell’ambiente, oltre che per rimuovere quanto viene abbandonato. Spesso grazie all’intervento dei professionisti impegnati all’interno delle pattuglie si riesce a raccogliere indizi che portano sicuramente gli uffici preposti a concludere importanti indagini che volgono con l’identificazione del responsabile».

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Fuori strada in moto, morto un ragazzo

  • Trovato morto nella sua auto a 24 anni: sospetta overdose

Torna su
VeneziaToday è in caricamento