Agli Alberoni la nuova casa dell'Anffas Riviera del Brenta: sarà soggiorno per persone disabili

La proprietà offre un totale di 25 posti letto ed è disposta su due piani, circondata da un ampio giardino attrezzato

Si è svolta venerdì mattina agli Alberoni l’inaugurazione della nuova casa dell’Anffas Riviera del Brenta, che verrà usata per far trascorrere alle persone con disabilità soggiorni estivi, fine settimana o altri periodi di vacanza e svago. La proprietà, prospiciente alla Laguna, ex magazzino idraulico restaurato dalla Provveditoria (Ex Magistrato alle Acque) negli anni passati, offre un totale di 25 posti letto ed è disposta su due piani, circondata da un ampio giardino attrezzato. È un edificio accessibile anche a persone con disabilità motoria, a 10 minuti a piedi dalla spiaggia degli Alberoni.

Progetti

Alla presentazione c'erano numerose famiglie e soci dell'Anffas Riviera del Brenta, la presidente dell'Associazione, Donatella Donati, e diverse autorità, tra cui il provveditore Roberto Linetti, il sindaco di Mira, il prosindaco del Lido, e il direttore dei Servizi socio-sanitari dell'Azienda Ulss 3 Serenissima, Gianfranco Pozzobon. Ha inoltre raggiunto la casa per un saluto e un benvenuto anche l'assessore comunale alla Coesione sociale. «Il benvenuto che vi do oggi – ha dichiarato il prosindaco - non è solo di forma ma di sostanza. Infatti come amministrazione stiamo lavorando su diversi filoni qui al Lido, dal turismo sostenibile alla valorizzazione dell'ambiente, ma anche per lo sviluppo di un turismo accessibile. Ricordo il pontile che abbiamo realizzato con la Lega Navale Italiana e il San Camillo per i corsi vela per disabili, e le spiagge accessibili gestite dalla nostra partecipata Venezia Spiagge. Questo luogo dunque si inserisce perfettamente nel contesto del lavoro che stiamo svolgendo».

«Sperimentare»

«Ci sono problematiche importanti che riguardano la gestione della disabilità da parte delle famiglie – ha commentato poi la presidente Donati - ma oggi è un giorno di festa, è un'occasione per sottolineare quel che di buono si può fare grazie alla sinergie tra enti e associazioni». Spiegando come l'Anffas Riviera del Brenta abbia vinto il bando indetto dalla Provveditoria per l'assegnazione della casa e abbia ottenuto anche un finanziamento regionale che ha permesso l'allestimento degli spazi e l'avvio delle attività, Donati ha sottolineato come «Questo è per noi un luogo per far sperimentare percorsi di autonomia alle persone con disabilità, rafforzandone le abilità e dando al contempo un aiuto concreto alle famiglie». L'Associazione vi organizzerà infatti soggiorni di diversa durata, durante i quali saranno proposti laboratori di cucina, giardinaggio, fotografia e video, curati da volontari e personale specializzato. Inoltre metterà a disposizione la casa anche per famiglie con persone con disabilità o per altre associazioni.

Potrebbe interessarti

  • Sabbia in casa: i trucchi per liberarsene con facilità

  • Come combattere il caldo quando si viaggia in auto

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Meteo instabile nelle prossime ore: arriva l'ondata di calore, in Veneto rovesci e temporali

  • Confermati temporale e grandine, nel Veneziano crolleranno le temperature

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Dalla pesca al furto: denunciati ragazzi veneziani

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

Torna su
VeneziaToday è in caricamento