Raid animalista al concessionario Volvo, volantini contro Ibrahimovic

Lo spot con il calciatore armato di fucile finisce nel mirino del gruppo 100%animalisti, che attaccano i distributori del marchio svedese in Veneto

Blitz animalista anche nella concessionaria Volvo di Mestre, in maniera assolutamente identica a quanto successo a Padova, Vicenza, Treviso e Bologna. Gli attivisti hanno preso d'assalto il rivenditore d'auto per far valere le loro ragioni contro lo spot del noto marchio automobilistico che vede come protagonista il calciatore Zlatan Ibrahimovic, armato di doppietta e sulle tracce di un cervo. Ecco quindi che anche le vetrine del concessionario di terraferma sono state tappezzate di manifesti contro l'azienda svedese e contro “Ibra”.

NELLO SPOT E NELLA VITA – Un comunicato stampa dell'associazione “100%animalisti” spiega le ragioni del raid notturno contro i concessionari veneti, sottolineando come secondo loro la pubblicità sia un tutto e per tutto “un'esaltazione della caccia”. Poco importa, per gli attivisti, che nello spot “incriminato” alla fine Ibrahimovic non spari al cervo che insegue, secondo l'associazione si tratta solo di un espediente per non shockare il pubblico, quello che invece gli animalisti sottolineano è che il famoso calciatore del Psg sia davvero un cacciatore appassionato nel tempo libero, tanto che, come scrivono nella nota stampa, “sembra che si realizzi solo ammazzando”. “Ibrahimovic – spiega 100%animalisti - ha fatto della caccia e della pesca la sua ragione di vita, caccia in maniera maniacale in ogni momento libero e in ogni parte del mondo”.

LE REAZIONI – Per il gruppo animalista la pubblicità del marchio svedese ha avuto un ampio riscontro nel mondo venatorio italiano, tanto che i vari gruppi sul web avrebbero messo nero su bianco tutto il loro apprezzamento per lo spot: “è un'esaltazione della caccia - scrivono gli animalisti - e come tale lo hanno interpretato i cacciatori nostrani, emuli straccioni di Ibrahimovic, che nei loro siti esprimono gradimento e approvazione”. L'associazione invita quindi tutti i cittadini a boicottare Volvo e i suoi prodotti e, nella notte tra il 27 e il 28 gennaio 2014 i suoi militanti hanno “colpito” le concessionarie Volvo di Padova, Vicenza, Treviso e Mestre, affiggendo numerose locandine (già usate a Bologna giovedì) contro Zlatan Ibrahimovic e la nota azienda Svedese. Nel Veneziano gli animalisti si sono in realtà limitati ad appendere qualche foglio sulla recinzione del rivenditore mestrino, senza causare danni o invadere la proprietà privata. La protesta, comunque, continuerà. O, almeno, questo è quanto promesso dall'associazione.

Mestre-2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento