«Contro l'assedio»: i manifesti di Anonymous all'Unesco

Blitz alla sede di palazzo Zorzi contro il rinvio della salvaguardia di Venezia

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Il World Heritage Committee dell'Unesco, unico abilitato a inserire Venezia nella lista dei siti in pericolo, si riunirà solo nel 2020. E la sede veneziana dell'organismo, a palazzo Zorzi, si risveglia giovedì tapezzata di volantini del film "L'assedio". Inequivocabile il messaggio della protesta: «no ai flussi turistici incontrollati e allo spopolamento della città». Le migliaia di nuovi posti letto a Mestre, al Tronchetto, nelle isole. I visitatori che ogni giorno arrivano in laguna in crociera, e pochi giorni fa il "Welcome" all'opzione Marghera per le grandi navi, che si aggiungeranno a quelle della Marittima. In mattinata è scattato il blitz.

Potrebbe Interessarti

  • Il fragore dell'impatto della nave e il fuggi fuggi della gente spaventata VIDEO

  • Le condizioni del battello fluviale dopo lo scontro con la nave Msc, immagini ravvicinate

  • Le immagini dall'alto dello scontro fra crociera e battello

  • Nais Marcon fa festa a Scorzè, avversari "asfaltati": «Non mi aspettavo una vittoria così schiacciante»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento