Rapina e ferisce un'anziana, ladro placcato da una squadra di calcio

L'aggressione lunedì sera in via Irpinia, alla Gazzera. La 90enne ha una frattura al bacino. In manette un 20enne fuggito in un campo da calcio

Non si è fatto alcun problema lui, ventenne, ad aggredire alle spalle una novantenne mentre stava rientrando a casa. Di più. A strattonarla e a farla cadere a terra procurandole la frattura del bacino. Un agguato dei peggiori, vista l'età della vittima, che si è però concluso con le manette strette attorno ai polsi dell'aggressore, un giovane residente a Spinea.

Un ladruncolo piuttosto "pasticcione", visto che ha deciso bene di fuggire con la borsa della novantenne attraverso un campo da calcio, mentre c'era una squadra di ventenni che si stava allenando. Subito gli atleti che si trovavano sul prato verde da calciatori si sono trasformati in rugbisti, e hanno placcato il malintenzionato. Dopodiché l'intervento della polizia, che ha arrestato il delinquente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto accade dieci minuti dopo le 20 di lunedì in via Irpinia, alla Gazzera: il ventenne punta l'anziana mentre sta per rientrare nella palazzina in cui abita. La aggredisce quando lei è di spalle, strappandole di mano la borsa e scaraventandola a terra. La sventurata sbatte su un fianco, procurandosi la grave frattura, mentre una passante vede tutto e lancia l'allarme alla polizia. Nel frattempo lo scippatore scappa con il bottino in direzione del campo da calcio, che si trova nelle vicinanze. Vuole seminare chi potrebbe mettersi alle sue calcagna, ma così facendo si mette in trappola. I calciatori, messi in allerta anche dalle urla, capiscono subito cos'è accaduto e si avventano sull'uomo che sta correndo verso di loro. Nessun dubbio sul fatto che fosse lo stesso delinquente che aveva aggredito prima la donna: in mano aveva ancora quella borsa con i documenti della novantenne, poi accompagnata all'ospedale da un'ambulanza del 118. Il 20enne spinetense deve rispondere di rapina impropria, è stato condannato alla pena di un anno e 4 mesi di reclusione (più 400 euro di multa) con pena sospesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento