Anziano trovato in un lago di sangue nella sua casa a Vigonovo

Il 75enne si trova in prognosi riservata all'ospedale di Dolo. In paese si era sparsa la voce di un'aggressione, ma si tratterebbe di un incidente

E' stato trovato in un lago di sangue nella propria abitazione. E subito in paese si era sparsa la voce che ciò potrebbe essere accaduto a causa di un delinquente penetrato nella sua abitazione con le intenzioni di rapinarlo. Di picchiarlo prima, e di ripulirlo dei soldi poi. Del resto, come riporta il Gazzettino, un episodio del genere si era già verificato a Vigonovo, quando un pensionato rimase vittima di una rapina nella propria abitazione.

A trovare il 75enne riverso a terra con una serie di profonde ferite alla testa è stato il vicino di casa, preoccupato per il fatto che le finestre dell'abitazione dell'anziano fossero ancora aperte nonostante il buio fosse calato da un bel pezzo. Allora ha preso le chiavi che gli erano state affidate dall'anziano in caso di bisogno e ha messo piede nell'abitazione. Trovandosi davanti agli occhi il corpo del proprietario a terra sul pavimento della cucina. Privo di sensi. Due profonde ferite al capo.

Ora il 75enne si trova in prognosi riservata, le forze dell'ordine si sono recate sul posto e hanno effettuato i rilievi. Il caso è stato archiviato come incidente domestico: gli scuri erano ancora aperti, ma le finestre erano tutte chiuse. E' probabile che l'anziano sia stato colto da malore, e nel tentativo di rialzarsi e chiedere aiuto abbia più volte battuto la testa. Lasciando la scia di sangue a terra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento