Nove identità diverse in due settimane: arrestato 30enne per false generalità

È un cittadino straniero che si è presentato in un albergo dell'isola della Certosa pretendendo di soggiornare senza documenti, né idonee garanzie di pagamento

La segnalazione ai poliziotti di Venezia è arrivata da un hotel dell'isola della Certosa, venerdì sera, dove si era presentato in serata, e nella giornata precedente, un giovane dai tratti sudamericani, con la pretesa di essere accolto senza presentare né un documento, né idonee garanzie di pagamento.

L'arresto

La polizia, individuato l'uomo di circa 30 anni, che si era allontanato, raggiungendo l’imbarcadero più vicino all’hotel, ha cercato di identificarlo. Essendo questi privo di documenti di riconoscimento, lo ha portato in questura per gli accertamenti. Le forze dell'ordine hanno così scoperto che il cittadino, nelle ultime due settimane, era stato fotosegnalato per ben 8 volte dalle forze di polizia di diverse province del nord Italia, e in tutte le occasioni aveva dato indicazioni diverse e discordanti sulle proprie generalità, sulla sua nazionalità ed età. Considerato il suo comportamento recidivo e la flagranza del reato, per l’uomo sono scattate le manette. Sabato la convalida e la direttissima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento