Già arrestato nel 2015 viola foglio di via e torna a spacciare: riacciuffato con droga nel litorale

Fuggito dai domiciliari nel Bergamasco, il cittadino marocchino sorpreso dai carabinieri di Cavallino-Treporti aveva addosso 4 dosi di cocaina e un coltello a serramanico

Non sarebbe dovuto tornare almeno per 3 anni nella località di Cavallino-Treporti, il cittadino marocchino già arrestato nel 2015 per detenzione e spaccio di sostenze stupefacenti e allontanato con un foglio di via obbligatorio. Invece i carabinieri del litorale lo scoprono a vagare a piedi nella tarda sera di sabato a Punta Sabbioni. Una volta accertata l'identità, gli agenti lo fermano e lo perquisiscono.

Addosso il marocchino, classe 1977 aveva 4 dosi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, per un peso complessivo di oltre 3 grammi, la somma di euro 960,00 ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio, due cellulari, un coltello a serramanico, secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine.

Nel corso di specifica attività info-investigativa finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nonché al rintraccio di persone evase, i carabinieri hanno tratto in arresto per evasionedetenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, porto abusivo di arma da taglio e violazione al foglio di via obbligatorio il 40enne, residente a Antegnate (Bergamo).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Noto ai militari operanti poiché lo avevano già arrestato nell’estate del 2015, è risultato essersi allontanato dai domiciliari per ignota destinazione. Su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia è stato trattenuto presso queste camere di sicurezza in attesa dello svolgimento del processo di convalida svoltosi lunedì mattina, a seguito del quale l’autorità giudiziaria lagunare gli ha concesso gli arresti domiciliari, nella sua residenza a Bergamo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento