Danneggia la porta di casa dell'ex compagna e aggredisce i carabinieri: arrestato

È accaduto la sera prima della vigilia di Natale a Spinea. I militari allertati dalla donna hanno trovato il 45enne in stato di alterazione poco distante dall'abitazione

Foto: arresto dei carabinieri di Mirano

È accaduto la sera prima della vigilia di Natale a Spinea. Un 45enne, residente e domiciliato in provincia di Pescara, è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, e denunciato in stato di libertà per oltraggio, danneggiamento e guida in stato di ebbrezza. 

L'intervento

L’uomo, dopo aver raggiunto l’abitazione della ex compagna in piena notte e alla guida della sua autovettura, in evidente stato di alterazione per abuso di bevande alcoliche, aveva tentato di danneggiare la porta di ingresso e una finestra laterale della casa. La donna spaventata, pensando si trattasse di un ladro intento a entrare nella sua abitazione, non avendo riconosciuto nell’immediatezza l’uomo, ha subito chiamato i carabinieri, arrivati poco dopo sul posto. I militari dell'Arma hanno trovato il 45enne nel vialetto condominiale.

L'allontanamento

Ha iniziato dapprima a inveire nei confronti dei carabinieri, per poi aggredirli con spintoni e minacce, tanto da rendere necessario l’intervento di una pattuglia del nucleo radiomobile di Mestre in supporto ai colleghi. L’uomo è stato bloccato e dichiarato in stato di arresto per resistenza e minacce a pubblico ufficiale. L’Autorità giudiziaria lagunare lo ha sottoposto a processo per direttissima nella mattinata della vigilia di Natale, convalidando l’arresto e irrogandogli la misura del divieto di dimora nella regione Veneto. L’auto è stata sequestrata e sarà confiscata come previsto dalla normativa stradale per la guida in stato di ebbrezza per l’alto tasso alcolemico rilevato dai carabinieri.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • aspettiamo che ammazzi qualcuno...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina al Tronchetto: la vittima colpita con una pistola. Telecamere al setaccio

  • Cronaca

    Fatture false, sequestro da 600mila euro a una lavanderia

  • Mestre

    Impianti pagati, ma pazienti senza cure: verso la chiusura la clinica "IdeaSorriso"

  • Mestre

    Poliziotti si fingono impiegati di banca e arrestano un uomo con documenti falsi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Auto nel Sile: i sommozzatori la recuperano, poi ne trovano un'altra

  • Ciclista investito finisce a terra e perde la vita

  • Colpito alla testa e derubato del trolley, dentro decine di migliaia di euro in contanti

  • Incendio all'hotel Excelsior: fiamme in cucina nella notte

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento