Arrestato il presunto violentatore della discoteca di Marghera: ha 14 anni

La squadra mobile lo ha individuato in seguito alla denuncia della vittima, una diciottenne che nella notte tra il 19 e il 20 maggio era andata all'ospedale

La chiusura del Molocinque, disposta dal questore in seguito all'episodio

C'è un responsabile della presunta violenza sessuale avvenuta nel giardino della discoteca Molocinque nella notte tra il 19 e il 20 maggio. Le indagini sono iniziate subito dopo la denuncia sporta dalla vittima, una ragazza di 18 anni la quale era si era presentata al pronto soccorso di Mestre e, assieme ai genitori, aveva raccontato l'episodio, descrivendo anche l'aggressore.

Violenza sessuale

Il personale della squadra mobile, coordinato dalla procura presso il tribunale dei minori, ha individuato il presunto autore della violenza e lo ha raggiunto pochi giorni più tardi: gli investigatori hanno arrestato un 14enne del posto che, oltretutto, annovera altri precedenti di polizia commessi in concorso con coetanei. Perlopiù reati contro il patrimonio. A contribuire alle indagini c'erano anche le registrazioni delle telecamere del locale, che avevano inquadrato i momenti in cui i giovani si stavano appartando nel giardino estivo (che quella sera non era aperto al pubblico). Questa notte il 14enne è stato arrestato dalla polizia, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere, e portato al penitenziario di Treviso. Nel frattempo il locale di Marghera è chiuso su ordine del questore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Baby gang

Sempre in tema di violenze giovanili, il gip del tribunale dei minori ha deciso di inasprire le misure cautelari di due degli adolescenti coinvolti nell’operazione di contrasto alle baby gang: il trevigiano arrestato con 200 grammi di marijuana in casa, che inizialmente aveva avuto gli arresti domiciliari, è stato portato in comunità. Un altro (uno degli autori della tentata rapina a un bengalese per strada a Mestre) è stato invece trasferito dalla comunità al carcere: il giudice ha deciso così a causa della cattiva condotta tenuta nella struttura d’accoglienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento