Viavai sospetto, in casa nasconde 170 grammi di marijuana: arrestato

Si tratta di un giovane 21enne veneziano. Operazioni del Norm di Mestre e dell'unità cinofila della polizia locale di Venezia

L'andirivieni attorno a casa sua già a partire dalle ore pomeridiane era molto sospetto, ragion per cui i militari del Norm di Mestre, coadiuvati dall'unità cinofila della polizia locale, hanno deciso di monitorare da vicino la situazione. All'interno della sua abitazione c'era tutto l'occorrente per preparare le dosi da spacciare, nonché lo stupefacente, 170 grammi di marijuana. Per P.A., 21enne veneziano, sono scattate le manette e, al termine della direttissima, gli arresti domiciliari.

La perquisizione

Il giovane è stato fatto uscire di casa propria con un pretesto, poi è scattata la perquisizione domiciliare. A quel punto sono bastati pochi minuti al cane antidroga Warus per fiutare la "maria", di cui il giovane non ha potuto chiaramente disconoscere la paternità. Lo stupefacente era nascosto in un pensile della cucina, all'interno di una busta di cellophane. Di spontanea volontà, il 21enne ha quindi consegnato anche il bilancino di precisione, utilizzato per la pesatura delle dosi. Al termine della perquisizione è stato trovato anche tutto l'occorrente per la preparazione delle dosi, tra cui un taglierino intriso di hashish, oltre ad un altro piccolo involucro, contenente altra marijuana.

Ai domiciliari

Per il ragazzo è scattato l'arresto per il reato di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Al termine della direttissima di questa mattina, l'autorità giudiziaria lo ha costretto ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento