Rapine, furti e lesioni personali: marito e moglie di San Donà dietro alle sbarre

La coppia si è resa responsabile, nel corso del 2011, di una lunga serie di reati. L'uomo dovrà scontare 3 anni e 6 mesi dietro alle sbarre, la donna 2 anni e 2 mesi

Avevano un burrascoso passato alle spalle, caratterizzato da una lunga serie di reati. Nella mattinata di venerdì, i carabinieri di San Donà di Piave hanno messo le manette ai polsi a B.N., di 47 anni, e alla moglie, M.M., di 45 anni, eseguendo il provvedimento di carcerazione emesso dalla Corte d'Appello di Venezia.

L'uomo dovrà scontare 3 anni e 6 mesi dietro alle sbarre, la donna 2 anni e 2 mesi: dovranno pagare anche sanzioni per 4600 euro. Nella fattispecie, la condanna definitiva è giunta poiché i due coniugi sono stati riconosciuti colpevoli di vari reati contro il patrimonio: rapine, furti aggravati e lesioni personali commessi in varie località del Veneto e nel territorio nazionale nel 2011. Dopo gli accertamenti di rito, marito e moglie sono stati condotti in carcere, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti