Riforniva di cocaina i tossicodipendenti di Portogruaro: pusher in manette

L'arresto dei carabinieri è scattato nella tarda serata di domenica, in un bar del Trevigiano. Lo spacciatore è stato condotto a casa, e sottoposto ai domiciliari

Sarebbero state decine le dosi di cocaina cedute ai tossicodipendenti della zona. Dopo un'accurata attività investigativa, i carabinieri della stazione di Portogruaro hanno arrestato E.M.K., 36enne pusher di origine maraocchina domiciliato a Pramaggiore.

Lo spacciatore è stato rintracciato nella tarda serata di domenica in un bar di Chiarano (Treviso). Anche in virtù dei suoi precedenti, sempre legati allo spaccio di stupefacenti, è stato condotto nella propria abitazione, e sottoposto agli arresti domiciliari, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari di Pordenone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari della stazione di Caorle, invece, hanno denunciato a piede libero uno studente residente a Caorle, sorpreso in possesso di circa 1,5 grammi di hashish. Gli uomini in divisa hanno anche fornito al magistrato validi elementi sul fatto che il giovane fosse il "titolare" di un'avviata attività di spaccio di marijuana ai minorenni del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento