Giro di spaccio di eroina davanti al supermercato: la base in un appartamento vicino

Nei guai un richiedente asilo. I pusher entravano e uscivano dall'abitazione per prendere le dosi

Da qualche mese, ormai, i residenti vicino ad un supermercato di Concordia Sagittaria continuavano a notare un gruppo di cittadini di colore, spesso riconosciuti come nigeriani richiedenti asilo, che si intrattenevano in strada con fare equivoco con alcuni passanti o automobilisti. Il viavai era continuo: dentro e fuori da un appartamento e nei pressi del punto vendita.

I corrieri

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Portogruaro hanno così deciso di avviare dei servizi di osservazione e pedinamento riuscendo a documentare, con non poche difficoltà, diverse cessioni di piccole quantità di droga. Scambi tuttavia non sufficienti, da soli, per poter colpire in maniera definitiva questo giro di spaccio, visto che i pusher  trasportavano solo una singola dose di droga, nascondendola in bocca. Una piccola pallina resa “gastroresistente” con del cellophane, e che in caso di controllo poteva essere ingerita. Prima delle consegne i corrieri, frequentemente, si recavano nel retro di una abitazione di via Alte, dove erano alloggiati alcuni di loro e poi da lì, a piedi o in bicicletta, si spostavano in zona per incontrare i clienti.

Il sequestro

Lunedì mattina, con il supporto dei canti antidroga e degli uomini del Battaglione di Mestre, i militari di Portogruaro hanno effettuato una perquisizione che ha consentito di trovare, in una piccola costruzione adibita a magazzino posta nel retro della citata abitazione, avvolte in un calzino nascosto in un tubo dell’aerazione, 12 “palline“ gastroresistenti di diverse dimensioni ed al cui interno erano contenuti, complessivamente, circa 8 grammi di eroina. Il sequestro ha portato all’arresto di U.D., 26enne disoccupato nigeriano, richiedente asilo, che adesso si trova ai domiciliari. Nell’appartamento, al cui interno sono stati identificati altri otto cittadini nigeriani,  è stato anche rinvenuto un piccolo quantitativo di marijuana. Le indagini proseguono, anche al fine di meglio chiarire la posizione degli altri soggetti identificati, nonché quantificare il volume complessivo dell’attività di spaccio. Ben 80, al momento, le cessioni di droga accertate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Frontale drammatico a Noventa di Piave: morti tre ragazzi

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento