Trasportava in auto 150mila euro di cocaina, in manette corriere della droga e pusher

I due, entrambi di nazionalità albanese, sono stati arrestati venerdì sera dalla guardia di finanza. I baschi verdi avevano notato un'auto sospetta, finendo per pedinarla

La "roba" era certamente destinata alla piazza di Venezia. Ha subito destato sospetti, nella serata di venerdì, quel veicolo che stava transitando per le strade del capoluogo, con a bordo un cittadino straniero. Le fiamme gialle, che in quel momento si trovavano in un servizio di ricognizione del territorio, hanno quindi deciso di pedinarlo, per verificare i suoi spostamenti.

Giunto nelle vicinanze di un'abitazione di Marghera, il conducente è sceso dal mezzo, accolto da un altro cittadino di nazionalità straniera. Impossibile non notare, per la guardia di finanza, lo scambio di un plico piuttosto voluminoso. Che fosse una circostanza "illegale" era palese per la circospezione dei due uomini. Ecco perché i militari hanno deciso di intervenire e controllare nel dettaglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accortosi dei baschi verdi, il proprietario della casa, P.K., 39enne albanese, aveva cercato di entrare nell'abitazione, nascondendo il panetto appena ricevuto. Invano. Immediata è infatti scattata la perquisizione, che ha consentito di ritrovare 527 grammi di cocaina, in un involucro nascosto sotto la tettoia della veranda. L'operazione è poi continuata con la perquisizione personale di T.A., 27enne della provincia di Bergamo, che nascondeva tra i vestiti 2400 euro, con ogni probabilità il compenso per il trasporto della "coca". Per entrambi i cittadini albanesi sono scattate le manette e la reclusione nella casa circondariale di Santa Maria Maggiore a Venezia. La droga rinvenuta, che una volta tagliata avrebbe fruttato oltre 150mila euro, è stata sequestrata.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento