Arrestato per spaccio, in carcere resta in attesa di estradizione

Un cittadino 35enne moldavo, rintracciato dalla polizia di Stato a Marghera mentre si trovava dal fratello, anche lui ai domiciliari

Polizia di Stato, archivio

Già condannato al suo Paese per spaccio, un cittadino moldavo, C.D., trentacinquenne, gravato da un provvedimento di estradizione emesso dall’autorità giudiziaria moldava per una condanna a 8 mesi di reclusione, è stato arrestato dalla polizia di Stato a Marghera, qualche giorno fa. L'uomo è stato rintracciato in occasione di un controllo nell’abitazione del fratello, che si trova ai domiciliari.

Estradizione

Oltre al mandato di arresto internazionale, C.D. è risultato gravato anche da un ordine di carcerazione di undici mesi per tentata rapina. Per lui si sono aperte le porte del carcere, dove si trova ora a disposizione del presidente della Corte d’Appello di Venezia, che deciderà in merito alla richiesta di estradizione dell’autorità moldava.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento