Parte il festival dedicato al vetro di Murano: due settimane di arte, design e libri

Dal 20 maggio al 4 giugno l'artigianato locale diventa protagonista di Art's Connection 2017. Eventi a Murano, Venezia, Lido e Giudecca; coinvolti 50 artisti, artigiani, scrittori e musicisti

Foto Riccardo Roiter

Arte, libri, teatro, design, musica e sfilate si fondono con l’artigianato vetrario dal 20 maggio al 4 giugno. È Art’s Connection 2017, il festival che sostiene il vetro di Murano attraverso la cultura, presentato venerdì in conferenza stampa a Ca’ Farsetti. Sedici giorni tra Murano, Venezia, Lido e Giudecca in sei luoghi (Museo del Vetro, Museo Ebraico, Museo di Palazzo Grimani, Ghimel Garden Art Space, Ausonia Hungaria Hotel Art Space, Belmond Cipriani Granai Market Space) tra eventi e rappresentazioni, con il coinvolgimento di oltre cinquanta artisti, artigiani, scrittori e musicisti sotto la direzione artistica di Lisette Caputo.

Il vetro di Murano rappresenta una tradizione millenaria e Art’s Connection - alla quinta edizione - vuole celebrarlo attraverso la cultura e manifestazioni artistiche collegate dal fil rouge della creatività, così come i maestri vetrai l’hanno sempre esaltata, nei colori e nelle linee delle loro opere.

IL PROGRAMMA COMPLETO GIORNO PER GIORNO

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Fondamentale l’appoggio della Fondazione Musei Civici di Venezia che ha reso disponibile il Museo del Vetro, come avvenuto nei precedenti Festival. Un particolare ringraziamento è indirizzato al ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che metterà a disposizione il Museo di Palazzo Grimani per i 3 giorni di Book’s Connec-tion: Books, Poetry, Dance & Video Documentary.

Art’s Connection è inoltre il risultato dell'impegno di un gruppo di associazioni e di numerose realtà imprenditoriali attive nel territorio veneziano quali: Lillyth, Fontego, Amnesty International, Maison Lisette Murano, Vero Vero de Muran, Associazione Veneziana Albergatori, Vela Gruppo AVM, Crecom Pubblicità, Ghimel Garden Art Space, fornace Ex Chiesa di Santa Chiara, Radio Vanessa, Afrodite Venezia, L.I.L.T., Nordic Walking, He-liar.it Helicopter Service, My Christmas Venice, Franco Francesca Atelier, Zoomorfic by Franco Francesca, BB Parrucchieri, Lo Speziere di Venezia e BFourBar.

Art’s Connection si riconferma dunque un palcoscenico di anteprime e anche in questa edizione molte opere letterarie e musicali verranno presentate in esclusiva dai loro Autori grazie anche alla rassegna Book’s Connection che sarà ospitata per la prima volta nella suggestiva ed importante sede del Museo di Palazzo Grimani. Il festival vede il supporto di Torrefazione Girani, VizioVirtù, Osteria alla Bifora, Osteria al Duomo, Albergo Al Nuovo Teson, Ausonia Hungaria Hotel Art Space, Belmond Hotel Cipriani Granai Market Space, Albergo DD724.

Presenti alla conferenza stampa l’assessore al Turismo Paola Mar, Chiara Squarcina, responsabile del Museo del Vetro di Murano, e Lisette Caputo dell’Associazione Lillyth. "Il vetro di Murano - ha esordito l’assessore Mar - rappresenta un simbolo indiscusso della nostra città nel mondo. Nel caso di questa importante iniziativa, giunta quest’anno alla sua quinta edizione, la tradizione millenaria del vetro si sposa con le altre espressioni artistiche che a Venezia, da sempre, hanno trovato palcoscenico: il teatro, i libri, l’artigianato e l’arte nel suo senso più esteso. Un ringraziamento da parte dell’Amministrazione e mio personale ai più di cinquanta artisti che animeranno queste due settimane di fine primavera. Un motivo di orgoglio delle eccellenze veneziane e attrattivo per i cittadini e i turisti presenti in città. Dalle numerose iniziative, ma anche dal coinvolgimento di moltissime associazioni, ha concluso Paola Mar, si conferma come Venezia supporti il tessuto artigianale che è il cuore pulsante della vera città e che ancora una volta ha risposto con entusiasmo mettendo a disposizione luoghi e saperi dalla lunga e suggestiva storia.”

Chiara Squarcina, responsabile del Museo del Vetro di Murano, ha ricordato come anche quest’anno la Fondazione Musei Civici Veneziani è impegnata a concedere il giardino del museo. “Quando si parla di vetro, è nostro compito essere in prima linea. Perché promuovere il vetro di Murano, in tutti i suoi vari aspetti e declinazioni, è anche un nostro dovere”, ha concluso Squarcina. Lisette Caputo, illustrando il programma artistico, ha ricordato che il festival è stato realizzato grazie alla collaborazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, del Comune di Venezia, della Fondazione Musei Civici di Venezia e del Museo Ebraico. E che nei cinque anni della sua esistenza, ha coinvolto più di duecento artisti, partecipando anche alla Biennale Cinema del 2014. “Il vetro di Murano rappresenta una tradizione millenaria e Art’s Connection - ha detto Caputo - si pone l’obiettivo di celebrarlo attraverso la cultura e le manifestazioni artistiche collegate dal fil rouge della creatività”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acqua alta: 110 centimetri registrati nella notte tra sabato e domenica

  • Meteo

    Le piogge non cessano di flagellare la Regione: fiumi gonfi, resta lo stato di attenzione

  • Cronaca

    Incendio in albergo: vigili del fuoco impegnati per ore

  • Cronaca

    Si spezzano i pali di ormeggio, funziona solo il pontile direzione Giudecca

I più letti della settimana

  • I parcheggi gratuiti a Mestre e Venezia

  • A Venezia compare un graffito di Banksy

  • È morta Mamma Rosa: «Una vita per dare amore agli animali»

  • Selfie sul pontile, scivola in acqua e muore annegato

  • Fatture false per 25 milioni: 12 arresti, un chioggiotto nella triade del sodalizio

  • Acqua e limone a digiuno la mattina: verità o falso mito?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento