Assunzioni bloccate, continua la battaglia tra sindacati e Comune

Il tentativo di conciliazione in Prefettura di giovedì pomeriggio ha avuto esito negativo. Hanno la precedenza i dipendenti della ex Provincia

Tentativo di conciliazione tra Comune di Venezia e sindacati, dalla Prefettura arriva la fumata nera. Giovedì pomeriggio si è svolto l'incontro su richiesta delle organizzazioni sindacali CGIL FP, CISL FP, UIL-FPL, CSA e DICCAP, insieme alla RSU dei dipendenti del Comune di Venezia, in relazione alla vertenza in atto con l’amministrazione comunale veneziana.

All'incontro si è trattato dell’impossibilità di effettuare nuove assunzioni nel 2015, a seguito dell’approvazione del bilancio di previsione del 29 maggio da parte del commissario Zappalorto. Inoltre, i sindacati hanno ricordato l'impegno dell'amministrazione a rifinanziare la parte variabile del fondo del salario accessorio dei dipendenti nel caso in cui fosse stato approvato il cosiddetto “decreto legge Enti Locali” da parte del Governo.

La prima questione riguarda 84 dipendenti il cui contratto scadrà a dicembre 2015 ed 11 dipendenti a prestazione discontinua: il delegato del Comune di Venezia ha spiegato che i primi non possono essere assunti a tempo indeterminato perché la “Legge di Stabilità” costringe Ca' Farsetti ad assorbire i dipendenti in esubero dalla Provincia prima effettuare nuove assunzioni. Quanto agli 11 a prestazione discontinua, si tratta di lavoratori addetti alla custodia in Tribunale, servizio che è stato esternalizzato. Inoltre, dal 1° settembre prossimo, per effetto del “decreto milleproroghe” i Tribunali dovranno farsi carico direttamente delle attività di manutenzione ed anche di custodia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda il secondo argomento, il delegato ha annunciato che il rifinanziamento della parte variabile del fondo di produttività non è stato inserito nel bilancio di previsione perché il “decreto legge Enti Locali” non è stato adottato. I sindacati hanno quindi espresso forti preoccupazioni per la situazione del personale, non ritenendo soddisfacenti le risposte fornite dall’amministrazione: il dibattito continua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri stabili, ma continuano i decessi: i dati aggiornati sul Covid-19

Torna su
VeneziaToday è in caricamento