Fermata saltata, la passeggera ferisce a un occhio l'autista Actv

Una 33enne nigeriana è stata denunciata mercoledì sera dopo che aveva colpito con un moschettone il conducente del bus a Marghera

Era convinta che quella fermata fosse stata saltata dall'autista per qualche arcano motivo. In verità quella fermata era stata effettivamente soppressa, dunque nel momento in cui si stava avvicinando all'area di sosta non ha rallentato l'andatura per accostare, nonostante la donna avesse prenotato la fermata. Cose che accadono a bordo dei pullman Actv. Ciò che però è fuori dal normale è che la passeggera abbia mandato all'ospedale il conducente del pullman, raggiunto a un occhio da un moschettone. Accade tutto verso le 21.30 di mercoledì all'inizio di via Fratelli Bandiera (per chi deve raggiungere il centro città).

Di punto in bianco una 33enne nigeriana va su tutte le furie, raggiunge la cabina di guida e inizia a dirne di tutti i colori all'autista. A quel punto ne nasce un alterco che si conclude nel momento in cui la passeggera ha lanciato il moschettone dritto in faccia al dipendente dell'azienda di trasporti. A causa del trauma subito, quest'ultimo non era più in grado di continuare il servizio. Cosicché al suo posto è stato chiamato un autista reperibile.

Naturalmente sul posto prima sono arrivate anche le volanti della polizia, allertate di quanto era accaduto. Il ferito è stato quindi accompagnato al pronto soccorso dell'Angelo, mentre l'autobus è "passato di mano" per continuare il proprio itinerario. Al termine degli accertamenti, il paziente è stato dimesso con una prognosi di tre giorni. Ma il problema è che in quelle condizioni non avrebbe potuto comunque continuare a guidare. Per la 33enne, che ha superato decisamente il limite nell'esporre le proprie ragioni, è scattata una denuncia non solo per lesioni ma anche per interruzioone di pubblico servizio. Non si tratta della prima aggressione subita da autisti o controllori Actv da parte di cittadini "sopra le righe", anche se per fortuna nel Veneziano non si sono registrati i preoccupanti episodi che hanno coinvolto gruppi di minorenni nella vicina provincia di Treviso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Sciopero del personale Actv, ecco quando

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento