Botto nella notte a Spinea: salta per aria l'autovelox di via Fornase

Vandalo in azione con un grosso petardo contro la postazione sulla strada. Gesto fine a sè stesso: il box è vuoto da tempo e funziona solo da deterrente. Il Comune: ora installeremo telecamere

Bravata di una notte, odio vero le multe, sgarro al Comune. Potrebbe essere uno di questi tre motivi ad aver spinto alcuni vandali a far scoppiare l'autovelox di via Fornase a Spinea. Un fortissimo botto, che martedì notte, verso le 3e30, ha messo in allarme i vicini residenti che hanno chiamato le Forze dell'Ordine. Intervenuti sul posto, i militari non hanno potuto far altro che constatare l'atto di vandalismo e ipotizzare che l'esplosione sia stata provocata da un ordigno artigianale, forse una bomba carta con un discreto quantitativo di polvere da sparo. Intanto il Comune sta valutando la possibilità di installare alcune telecamere, a supporto dell'autovelox che ora verrà riparato, proprio per prevenire altre azioni simili.

A chiederlo sarebbero stati, secondo quanto riporta la Nuova di Venezia, i residenti della zona, che più volte si sono lamentati con i vigili per l'alta velocità delle auto di passaggio. Un gesto fine a sè stesso, tuttavia, quello di far saltare in aria la postazione. Il vandalo vrebbe agito ignaro del fatto che il box è vuoto e a scopo esclusivamente deterrente. L'autovelox di via Fornase era stato installato dalla giunta Tessari assieme a quelli di via Rossignago e via Alfieri ma non sono mai entrati in funzione.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Mirco
    Mirco

    A parte l'azione dell'esplosivo, chiaramente da condannare, ma vediamo com'è la situazione in quella via. Prima è stato messo il limite a 30 kmh, poi i dissuasori, poi il radar, chiudiamola al traffico se proprio non vogliamo le auto! Da tenere presente che tale via, con costruzioni solo su un lato della strada, non ha attraversamenti pedonali se non per andare sull'altro lato dove parcheggiano i proprietari delle villette, non c'è praticamente traffico pedonale e la strada è dritta, per la maggior parte... insomma credo proprio che non ci siano problemi se si circola a 50 kmh come dappertutto...non voglio credere risieda qualche personaggio del Comune al quale possa dare fastidio le auto passino davanti a casa sua... Se via Fornase necessita di tutti questi sistemi per ostacolare la normale e libera circolazione del traffico, sulle altre strade dovremmo mettere barriere anticarro.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Privati e sindaci rispondono picche per i profughi: "Offerti 64 posti sui 961 totali"

  • Cronaca

    "Marghera o Tresse non cambia, serve una soluzione veloce che salvi i posti di lavoro"

  • Incidenti stradali

    Scooterone contro auto in via Forte Marghera, centauro in ospedale in gravi condizioni

  • Cronaca

    Aggredito dalle vespe, agricoltore muore per shock anafilattico a Chioggia

I più letti della settimana

  • Chiude Unieuro di Mestre Terraglio in via Pionara: sconti elevati per gli ultimi giorni

  • Fughe contromano, spari e razzie: una serata ad alta tensione da Mediaworld a Mestre

  • Rissa tra giovani sul bus diretto a San Donà, una donna cerca di placare gli animi: ferita

  • Dopo la regina, il circo perde anche il suo re: è morto a San Donà il marito di Moira Orfei

  • "La grappa in stiva è forte come una bomba", il vicino capisce male. Allarme al Marco Polo

  • Tragico incidente a Torre di Mosto, il trattore si ribalta e lo schiaccia: un 62enne perde la vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento