A Marghera l'autovelox non arriva più? Se ne costruiscono uno di cartone

I Socialisti stamattina hanno posizionato un accertatore di velocità fasullo in via Beccaria, teatro in passato di gravi incidenti. Chiedono che lì si costringano le auto a rallentare

L'autovelox di cartone

L'autovelox non arriva? I Socialisti se lo costruiscono da sé. Di cartone. Stamattina un gruppetto di aderenti al Psi, capeggiati dal loro segretario veneziano Alvise Ferialdi, hanno posizionato un accertatore di velocità fasullo lungo il rettilineo di via Beccaria a Marghera, teatro in passato di gravi incidenti. La rivendicazione più che politica è "civile". Ferialdi, infatti, chiede che l'amministrazione faccia qualcosa per moderare la velocità in quella strada, dove persero la vita nel 2010 Gabriella Filippin, nel 2011 Adriano Cappelletti e nell'ottobre 2012 Linda Mainardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con il posizionamento dell'autovelox i manifestanti chiedono un salto di qualità nella manutenzione urbana e nella sicurezza stradale. Nel mirino finisce la viabilità dell'area che, secondo gli organizzatori, andrebbe rivista privilegiando la dissuasione di atteggiamenti pericolosi per la sicurezza stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento