Uccelli morti in modo anomalo a Meolo, si sospetta un possibile avvelenamento

Le carcasse degli animali, posizionate in modo sospetto nei pressi del cimitero, sono state esaminate dalle forze dell'ordine. Altri casi in passato

Sospetto avvelenamento di uccelli nelle scorse ore nel Veneziano.

I SOSPETTI

Il primo episodio presso il cimitero di Meolo dove due giovani barbagianni sono morti in modo sospetto. Avvertita la Polizia Provinciale e la locale stazione dei carabinieri. Dal momento erano due i barbagianni e posizionati simmetrici sotto delle colonne inizialmente si era propensi a credere si trattasse di  qualche rito satanico, poi i volontari locali da un attento esame hanno scoperto delle borre prodotte dagli stessi indi a pensare si siano insediati nel cimitero. Possibile che siano stati avvelenati per il disturbo che avrebbero portato con la produzione di borre. Sempre a Meolo due anni fà una colonia di Gufi posizionata su una magnolia di un condominio veniva fatta oggetti di lanci di acqua bollente per scacciarla. I rapaci i notturni ricordiamo sono utilissimi per contenere il fenomeno dei topi e ratti sempre più in aumento, costoro sono grandi cacciatori anche di talpe.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina al Tronchetto: la vittima colpita con una pistola. Telecamere al setaccio

  • Cronaca

    Fatture false, sequestro da 600mila euro a una lavanderia

  • Mestre

    Impianti pagati, ma pazienti senza cure: verso la chiusura la clinica "IdeaSorriso"

  • Mestre

    Poliziotti si fingono impiegati di banca e arrestano un uomo con documenti falsi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Auto nel Sile: i sommozzatori la recuperano, poi ne trovano un'altra

  • Ciclista investito finisce a terra e perde la vita

  • Colpito alla testa e derubato del trolley, dentro decine di migliaia di euro in contanti

  • Incendio all'hotel Excelsior: fiamme in cucina nella notte

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento