Tragedia in pronto soccorso a San Donà: bambino di 5 anni perde la vita

Il piccolo, i cui genitori sono di origini africane, è andato in arresto cardiaco venerdì sera. Inutili i tentativi di salvarlo. Con ogni probabilità sarà disposta l'autopsia

Sabato mattina le cause del decesso di un bambino di 5 anni erano ancora un mistero. La tragedia venerdì sera, al pronto soccorso di San Donà. Nonostante gli sforzi dei sanitari, che hanno fatto di tutto per salvare la vita al piccolo. Come riportano i quotidiani locali, il bambino è stato portato all'ospedale dai genitori, di origini africane, preoccupati per il fatto che il figlioletto aveva il respiro affannoso. Era in stato di semi-coscienza. Il quadro è progressivamente peggiorato, fino ad arrivare all'arresto cardiaco.

Immediatamente sono scattate le manovre rianimatorie, per cercare di far riprendere attività al cuore. Tutto inutile purtroppo. Ai medici dopo ripetuti tentativi non è rimasto altro che constatare il decesso del paziente, per la disperazione dei genitori. La flebile speranza si è spenta nel momento in cui i sanitari hanno dovuto desistere. Sarebbe esclusa al momento la possibilità che a risultare fatale sia stata una malattia infettiva o una forma particolarmente virulenta di meningite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spetterà al magistrato decidere se disporre l'autopsia, cosa probabile, o meno. Fatto sta che sul corpo della giovanissima vittima non sarebbero stati riscontrati segni esterni di violenza, dunque il decesso sarebbe da ricondurre ad altre cause ancora da accertare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento