"Basta tornelli e obliteratrici Actv, diamo prima lavoro alle persone"

A parlare è la presidente della Provincia Zaccariotto, che chiede controlli "umani" per aumentare le entrate e aggredire il tasso di disoccupazione

Francesca Zaccariotto (©TM News Infophoto)

"Basta tornelli e obliteratrici, propongo di ritornare all'impiego di personale, uomini e donne che controllino direttamente ed eliminino alla radice tutte le forme di abuso e accesso gratuito al trasporto pubblico locale". Lo afferma la presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto, mettendo nel mirino le notizie riportate dalla stampa sul malfunzionamneto del sistema telematico e sulle mancate entrate per otto milioni di euro dai biglietti Actv (di cui la Provincia è socio pubblico per una quota del 13 per cento: "Il 'ritorno' alle persone - dice Zaccariotto - può essere realizzato attraverso forme di contratto a termine, con contratti di collaborazione a cassintegrati, giovani, cittadini che hanno perso il lavoro, con compensi variabili a seconda delle fasce orarie di lavoro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si potrebbero creare almeno 800 posti - rileva -, pagati dalle maggiori entrate dei biglietti non evasi. E in un momento di crisi gravissima, che vede in questi giorni 2.500 candidati per 40 posti da bigliettaio, questa può essere una scelta percorribile, una scelta in favore dell'uomo". "Se anche solo fosse ipotizzata una spesa pari al 50% delle maggiori entrate - aggiunge -, avremmo alcuni vantaggi importanti: in primis l'occupazione di chi ha perso il posto, lavoratori socialmente utili o giovani che disperatamente cercano una prima opportunità di guadagno. Il secondo vantaggio sarebbe l'eliminazione del fenomeno dell'evasione e dell'accesso abusivo ai mezzi pubblici".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento