Bettin lancia l'allarme: «Marghera aggredita dai pusher». E invoca più controlli

Il presidente della Municipalità denuncia la presenza di spacciatori in centro città. "Le forze dell'ordine ci sono, ma serve un servizio integrato"

L'ex scuola Monteverdi

"Il centro di Marghera aggredito dagli spacciatori". A lanciare l'allarme è il presidente della Municipalità Gianfranco Bettin, secondo cui i giardini Sant'Antonio, piazzale dei Quaranta e piazzale Giovannacci sono diventati un vero e proprio ricettacolo di pusher, spostatisi dalle pertinenze della stazione dopo il blitz di inizio luglio.

Ricettacolo di spacciatori

La "città giardino" per Bettin si è "affollata di farabutti che hanno lasciato la zona della stazione dopo i pesanti (e sacrosanti) interventi delle forze dell’ordine. Purtroppo, una parte superstite della banda dei nigeriani e altri gruppi di spacciatori si sono riversati nell’area centrale di Marghera e nella zona che va dai giardini del centro a via Ulloa. Non passa giorno senza segnalazioni da parte di cittadini, relative alla presenza aggressiva di costoro o a malori e rischi letali dovuti overdosi subite da consumatori spesso giovanissimi".

Servizi integrati delle forze dell'ordine

Bettin invoca un sistema integrato di interventi delle forze dell'ordine, che restituisca pienamente gli spazi della Città alla comunità. "È necessario ripristinare sicurezza e tranquillità in luoghi che sono da sempre il centro della vita civile e sociale della città - ha concluso - e che non possono essere abbandonati nelle mani degli spacciatori. Sappiamo che la situazione è nota a chi di dovere e che non mancano gli interventi delle forze dell’ordine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: altri due al Civile di Venezia. Aggiornamenti

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento