Acque agitate nella base di Conetta: black out elettrico e stipendi in ritardo

Giovedì pomeriggio assemblea dei lavoratori con i rappresentanti Cisl. I ritardi sono confermati dalla cooperativa Edeco. Problemi anche con la luce, a lungo a singhiozzo

Non la prima volta che accade, specie nelle giornate di freddo pungente come questa. Fatto sta che le acque continuano a essere agitate nell'ex base Nato di Conetta, dove sono ospitati circa 700 richiedenti asilo. C'è tensione non solo per le condizioni meteo, che nelle prossime ore si faranno sempre più difficili, ma anche per i presunti mancati pagamenti nei confronti di chi lavora per la cooperativa Edeco, che gestisce l'ospitalità nell'ex compendio militare. Ritardi confermati e addebitati a ritardi della Prefettura.

Assemblea nel campo

Per questo motivo giovedì pomeriggio si è tenuta un'assemblea tra gli operatori e i rappresentanti sindacali della Cisl Funzione Pubblica, da cui non sarebbero uscite indicazioni troppo rassicuranti. Si vedrà nei prossimi giorni se le paghe saranno effettivamente liquidate o meno.

Black out

Di altro tenore invece i problemi riguardanti l'approvvigionamento di energia elettrica: nel pomeriggio si è verificato un black out prolungato che ha messo in difficoltà le attività della base. Lo stop alla luce sarebbe durato circa mezz'ora, ma poi l'erogazione sarebbe andata spesso a intermittenza. Del resto serve energia per riscaldare le grandi tensostrutture della struttura di via Rottanova. Ma non è dato sapere se nei prossimi giorni questi problemi si ripresenteranno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento