Blitz negli appartamenti degli abusivi, agenti sequestrano 4231 giocattoli non a norma

L'operazione della polizia locale di Bibione è scattata all'alba di giovedì. Gli agenti in borghese hanno atteso i venditori fuori dalle abitazioni, e hanno proceduto con i sequestri

Dopo i blitz in spiaggia, in pineta e nei negozi, gli ultimi controlli sono scattati in due appartamenti a Bibione. Nella cittadina balneare non c'è tregua alla lotta contro l'abusivismo commerciale: quella che è stata definita "task force contro l’illegalità commerciale" ha colpito di nuovo, con il sequestro di 4231 giocattoli non a norma dal punto di vista della sicurezza del consumatore.

Dieci agenti in borghese

"Il blitz - ha spiegato il comandante della polizia locale, Andrea Gallo - è scattato all'alba di giovedì mattina, quando 10 agenti in borghese hanno atteso l'uscita da due appartamenti di alcuni venditori: all’atto del controllo su strada sono stati ritrovati nelle loro borse giocattoli non a norma con sanzioni di natura penale, ragion per cui si è potuta estendere la perquisizione agli appartamenti da dove erano appena usciti". Tra la merce sequestrata penalmente ci sono giocattoli gonfiabili, kit di palloncini trasparenti, freccette luminose: tutta merce che avrebbe fruttato almeno 20mila euro dalla vendita in spiaggia.

Perquisizioni negli appartamenti

Per i venditori controllati e i titolari dei contratti di affitto dei due appartamenti perquisiti scatteranno le segnalazioni alla Procura delle Repubblica di Pordenone e verranno avviate le indagini sui fornitori. Sempre durante i controlli su strada, un venditore è stato bloccato con 640 occhiali: anche per lui è scattato il sequestro amministrativo per trasporto di merce senza giustificato motivo, in applicazione alle norme comunali sul trasporto di merce. "La lotta all’abusivismo commerciale - ha proseguito Gallo - ha registrato solo nelle ultime tre settimane il sequestro di quasi 12mila pezzi che sul mercato avrebbero fruttato 70mila euro. I servizi naturalmente non si fermano neppure in spiaggia dove i controlli sono quotidiani. Altri blitz sono in programma per tutta l’estate in quanto il fenomeno va contrastato giorno dopo giorno senza battute d’arresto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Giovedì il funerale di Sara Michieli, morta in un tragico incidente stradale

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento