Bloccati gli abusivi "irriducibili" di Jesolo: tutti sul bus, maxi sequestro di merce irregolare

L'operazione interforze mercoledì mattina in via Piave Vecchio. Bloccato un pullman Atvo partito da Mestre e diretto alla località balneare. Tre senegalesi sono risultati clandestini

Si trovavano alle porte di Jesolo, pronti a iniziare la loro giornata di "lavoro". Purtroppo per loro, però, le forze dell'ordine li aspettavano al varco. L'estate no è iniziata nel migliore dei modi per un gruppo di 16 cittadini di nazionalità senegalese che nei borsoni avevano diversa merce che di lì a poco sarebbe stata venduta sull'arenile. Il piano è saltato nel momento in cui gli agenti della polizia locale, dei carabinieri e della polizia di Stato (erano occupati in un'operazione interforze) hanno intimato a un autobus di linea partito da Mestre di accostare in via Piave Vecchio. 

Una volta fermato il pullman, visto l'elevato numero di persone da identificare, è stato chiesto ad Atvo l'invio di un altro mezzo per il trasporto dei passeggeri fino al capolinea di via Equilio. I 16 senegalesi , invece, sono stati controllati e identificati. Sono tutti risultati regolari sul territorio nazionale, ad esclusione di tre persone che sono state condotte in commissariato per essere sottoposte ad accertamenti, al termine dei quali sono scattate le denunce. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcune centinaia di pezzi sono state sequestrate. In questo modo le forze dell'ordine hanno cercato di colpire il gruppo più numeroso di venditori abusivi che, con la bella stagione, si sposta da Venezia a Jesolo. Attirati dall'arrivo dei turisti. Tutta l’attività sarebbe durata circa tre ore e si è svolta senza problemi per l'ordine pubblico. All’operazione interforze hanno partecipato 5 equipaggi della polizia locale, 3 dell’Arma dei carabinieri (due della stazione di Jesolo e una del Nucleo radiomobile di San Donà) e una volante del locale commissariato, dove si è avuto anche l'apporto dell'Ufficio immigrazione per l'identificazione del trio di irregolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento