Bollo auto 2012 non pagato, boom di cartelle Equitalia: "Prescrizione è scattata a fine 2015"

Adico in questi giorni è stata subissata di richieste da parte degli automobilisti. Garofolini: "La legge parla chiaro, in mancanza di avvisi, prescrizione dopo 3 anni"

Da Venezia a Conegliano, da Belluno a Padova, da Rovigo e Vicenza. Sono tantissimi i cittadini veneti che in questi giorni hanno chiamato Adico dopo aver ricevuto da Equitalia l’ingiunzione di pagamento del bollo auto 2012. L’associazione è stata subissata di richieste d’aiuto e di informazioni, in riferimento alla possibile prescrIzione del debito. "Una signora di Conegliano ci ha detto che l’altra mattina c’era una cinquantina di persone in coda da Equitalia - spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico - Tutte con la cartella relativa alla richiesta di pagamento del bollo 2012. Un altro automobilista mestrino s’è rivolto a noi, sempre con lo stesso problema, dicendo che dagli uffici Equitalia di Mestre gli hanno detto che la prescrizione è di cinque anni e che dunque deve pagare. Ma durante tutta la settimana abbiamo ricevuto telefonate continue da tutto il Veneto e sempre in riferimento a richieste di pagamento del bollo 2012".

In tale contesto, Adico ribadisce come funzionano i termini della prescrizione. "La legge parla chiaro, come abbiamo detto anche l’altra volta -continua Garofolini - le tasse automobilistiche si prescrivono in tre anni. I tempi della prescrizione devono essere contati a partire dall’anno dopo la scadenze del bollo. Nel caso della tassa del 2012, la prescrizione si conta dall’1 gennaio 2013 e scatta, dunque, il 31 dicembre 2015. Se in questo arco di tempo il contribuente non riceve solleciti o notifiche da parte della Regione, scatta la prescrizione. Chi dunque ritiene che il proprio debito non sia più  dovuto, deve prima accertarsi di non aver mai ricevuto comunicazioni prima della scadenza dei termini di prescrizione".

"Per quanto riguarda le risposta fornita dalla Regione stessa dopo la nostra denuncia di inizio settimana - prosegue Garofolini - non ci sembra molto chiara, anzi. Dicono che le cartelle non sono prescritte perché in questo periodo sono stati inviati solleciti e notifiche ai diretti interessati. Beh, quelli che si sono rivolti a noi dicono di non aver mai ricevuto nulla ma con un semplice accesso agli atti ognuno potrà verificare la propria posizione. È risibile, poi, il commento moralistico con il quale la Regione dice che chi non paga il bollo è disonesto nei confronti di tutti quelli che lo pagano. Al di là che noi siamo per l’abolizione di questa odiosissima tassa, che insiste su un bene, l’automobile, già tartassato, noi crediamo che qualcuno non abbia lavorato bene e ora cerchi di arrampicarsi sugli specchi. Noi diciamo ai consumatori e agli utenti quali sono i loro diritti, anche per quanto riguarda la prescrizione. Se qualcuno pensa che i termini siano troppo brevi, se la prenda con chi fa le leggi, non con noi".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Insulti razzisti contro il calciatore avversario, tifoso viene allontanato dallo stadio a Dolo

    • Incidenti stradali

      Rallentamenti sul Ponte della Libertà lunedì: autobus in avaria e tram bloccato dietro

    • Cronaca

      Abbracci gratis sul Ponte di Calatrava

    • Cronaca

      L'omicidio di Pionca, l'ipotesi: vittima picchiata a sangue per uno sgarro o per un debito?

    I più letti della settimana

    • Maerne in lutto, un aneurisma cerebrale le è fatale a 31 anni: era incinta di cinque mesi

    • Tragedia a Mestre: giovane atleta collassa durante la partita di calcio a 5 e perde la vita

    • Tutti con naso e smartphone all'insù: piazza San Marco gremita per il Volo dell'Angelo

    • Attirata con l'offerta di lavoro e stuprata. "Forse altre vittime, chi sa qualcosa lo segnali"

    • Spunta dall'acqua il corpo senza vita di una donna: avviate le indagini della polizia

    • "Mio padre colpito alla testa con la pistola, ha perso molto sangue. Non è vita questa"

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento