Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

Il piano per il disinnesco dell'ordigno, programmato per il 2 febbraio 2020. Sgombero dell'area in un raggio di oltre 1.800 metri

Tremila persone dovranno lasciare le loro case. I treni non circoleranno. I voli da e per l'aeroporto di Tessera saranno sospesi. E sarà impossibile spostarsi in auto. Venezia, per un'intera mattinata, sarà completamente isolata. Il centro storico sarà irraggiungibile via terra e non si potrà neanche uscire dalla città per andare in terraferma. In questi giorni è in corso la preparazione del piano per la maxi evacuazione prevista per domenica 2 febbraio, giorno in cui verrà disinnescata e fatta brillare la bomba aerea rinvenuta alcuni giorni fa in un cantiere di via Ferraris a Marghera. 

Il piano di evacuazione

Lunedì, in prefettura, si è tenuto un tavolo tecnico per definire le prime misure di sicurezza. A partire dalle 6 del mattino saranno evacuate le zone di viale San Marco, viale Vespucci e via Forte Marghera. Tremila persone dovranno lasciare le loro abitazioni e nessuno potrà circolare in zona. L'area di evacuazione si estende per un raggio di 1.813 metri con il suo centro in via Ferraris e che comprende anche il ponte della Libertà. Il che significa, oltre alle auto, anche niente treni da Mestre a Venezia Santa Lucia e viceversa e nessun volo in partenza o in arrivo al Marco Polo. Alle 7.30, terminate le operazioni di sgombero, gli artificieri dell'esercito cominceranno con l'intervento di disinnesco dell'ordigno, che pesa 500 libbre (circa 220 chili di cui 129 di tritolo). Operazione che potrebbe durare per un massimo di quattro ore, durante le quali l'area compresa nel raggio di evacuazione dovrà essere libera. 

L'ordinanza

Una volta disinnescato l'ordigno, di fabbricazione americana e che risale alla seconda guerra mondiale, sarà affidato ai militari della Marina che lo porteranno in mare aperto per farlo brillare. A quel punto, tutti potranno rientrare a casa e i divieti si interromperanno. Nei prossimi giorni verrà emessa un'ordinanza con tutte le disposizioni per i residenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I benefici della cyclette, un attrezzo per tornare in forma in poco tempo

  • Il bar di Venezia che riapre con tutti gli impianti a prova di acqua alta

  • Cocaina e 70mila euro in casa: un altro arresto a Chioggia

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Cardiologie aperte: screening e visite gratuite all'ospedale di Mirano

  • Volo dell’Angelo 2020, Venezia è pronta

Torna su
VeneziaToday è in caricamento