Se si avvicina alla ex arriva la polizia: primo braccialetto elettronico per stalking a Venezia

Primo caso di applicazione di questa nuova misura nel Veneziano. Se raggiungerà la ex scatterà l'allarme

Non ha mai accettato la fine della relazione. Da subito ha cominciato a infastidire la ex compagna e, con il passare del tempo, è diventato sempre più aggressivo, arrivando a perseguitarla. La pedinava, la minacciava di morte, la chiamava a qualsiasi ora del giorno e della notte e si presentava sotto casa sua. Adesso, la polizia monitorerà i suoi movimenti e, se proverà ad avvicinarsi di nuovo alla donna, lo arresterà. E' un uomo di origine egiziana il primo, nel Veneziano, nei confronti del quale il giudice ha disposto l'applicazione del braccialetto elettronico per stalking. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di una misura introdotta dalla nuova normativa che consente alle forze dell'ordine di tenere sotto controllo i movimenti dell'indagato, grazie a un trasmettitore gps collegato alla vittima. Nel caso in cui lui cercasse di avvicinarsi alla ex, scatterebbe un allarme che avverte subito il 113. Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti del commissariato di Mestre e della divizione anticrimine di Venezia al termine dell'indagine nata dalle continue denunce della vittima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e Veneto

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento