Nuovo stadio, Brugnaro: "Progetto pronto entro fine giugno. Lavori al via nel 2019"

Sorgerà in prossimità dell'aeroporto di Venezia, nei terreni del Casinò. Ospiterà circa 25mila persone, e sarà circondato da attività commerciali, negozi e ristoranti

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha partecipato martedì pomeriggio, nella sede dell'Ateneo Veneto a Venezia, all'incontro pubblico “Uno stadio per Venezia. Idee e prospettive”, al quale sono intervenuti, tra gli altri, anche Dante Scibilia e Alessandro Vasta, rispettivamente direttore e componente del CdA della Società Venezia FC, Luca Ginetto di Panathlon club, Franco Vianello Moro di VeneziaUnited), Claudio De Min, Stefano Pittarello e Daniele Rea.

L'incontro, introdotto e coordinato da Guido Zucconi, è stata l'occasione per raccontare, grazie agli interventi di Giorgio Crovato, Michele Gottardi e Franco Bacciolo, oltre sessant'anni di progetti sullo stadio di Venezia. "Sono 63 anni - ha esordito il sindaco Brugnaro - che si discute dello stadio di Venezia. Ora è il momento di smettere di parlare e iniziare a fare concretamente. Ma bisogna crederci. Dobbiamo credere davvero nella realizzazione del nuovo stadio, che insieme ad altri progetti strategici come quello su Porto Marghera contribuirà al rilancio di Venezia, ma soprattutto dobbiamo credere in questa città, che merita di più".

“In un momento di difficoltà finanziaria davvero drammatica - ha proseguito il primo cittadino - l'Amministrazione comunale ci ha messo la faccia e ha investito tempo e risorse sia per restituire al Calcio Mestre e alla città lo stadio Baracca, che per permettere finalmente la realizzazione di un nuovo grande stadio che possa ospitare partite anche di seria A. Strutture che saranno, nello stesso tempo, sia luoghi di sport che volano di sviluppo economico e di crescita per la città". Il nuovo impianto - ha anticipato Brugnaro - sorgerà in prossimità dell'aeroporto Marco Polo, sui terreni di proprietà della società Immobiliare Casinò di Venezia che saranno messi in vendita. Ospiterà circa 25mila spettatori e sarà una vera e propria cittadella dello sport, con intorno negozi, un albergo, ristoranti. "Abbiamo già preso contatti con la Regione e le Ferrovie dello Stato - ha concluso il sindaco - perché venga realizzata una fermata 'Stadio' dell'Smfr per permettere ai tifosi di raggiungere comodamente l'impianto".