Canone Rai in bolletta energia elettrica, Adico: “Scoppiato il caos fra gli utenti veneziani”

"Dubbi, interrogativi e problemi", scrive l'associazione a difesa dei consumatori, che ha raccolto centinaia di segnalazioni e richieste di chiarimento sull'abbonamento Tv 2017

L'associazione consumatori Adico di Mestre è stata letteralmente subissata da richieste di assistenza e chiarimenti degli utenti veneziani, sul pagamento del canone Rai in bolletta. Al punto che al centro assistenza di via Volturno a Mestre hanno chiesto di pubblicare e diffondere il più possibile, alcune linee guida per il pagamento dell'abbonamento Tv, relativo al 2017.

“In questi giorni – conferma Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – ci chiamano molte persone. E’ inevitabile, di fronte a una novità di tale portata, ma di certo chi di dovere avrebbe dovuto aggiornare meglio gli utenti”. Di sicuro, spiegano all'Adico, "L’importo del canone per il 2017 sarà di 90 euro, suddivisi in dieci rate mensili contenute nelle bollette di energia elettrica. Come sempre l’addebito è collegato alle utenze di fornitura che coincidono con la residenza anagrafica. Il canone è addebitato su una sola fornitura, anche nell’ipotesi che l'utene abbia più forniture intestate, quindi più bollette". 

Più problematica è la richiesta di esenzione, che vari utenti vogliono presentare, perché si dichiarano non possessori di Tv. "Seguendo le circolari emanate dall’Agenzia delle Entrate - spiega Garofolini - chi ha presentato la dichiarazione di mancata detenzione della tv (scaricabile dal sito dell’Agenzia stessa e della Rai) fra il 31 luglio 2016 al 31 gennaio 2017 sarà esonerato dal pagamento del canone per l’intero anno. Chi lo farà dal 1° febbraio al 30 giugno 2017 sarà esentato dal canone per il secondo semestre 2017".

Per chi ha attivato o attiverà un'utenza elettrica dopo l’1 gennaio 2017 - prosegue Adico -  "deve inviare dichiarazione sostitutiva entro il mese successivo per l'esonero dal canone per l’intero anno. Invece, se la dichiarazione si presenta entro il 30 giugno 2017 (ma oltre il mese successivo all’attivazione) è dovuto il canone per il primo semestre, per i mesi relativi all’attivazione della fornitura. Infine, chi non rispetta l’invio della dichiarazione entro il primo mese successivo all’attivazione della fornitura, ma presenta il modello tra il 1° luglio e il 31 gennaio successivo, dovrà pagare il canone per l’intero anno, in relazione al mese di stipula del contratto elettrico. Se l’utenza è attivata dopo il 1° ottobre, le 3 rate 2017 si pagheranno in unica soluzione nel gennaio 2018. Per qualsiasi dubbio – conclude Garofolini – la cosa migliore è consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate o della Rai o provare a chiamare il numero verde: 800.93.83.62".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento