Un capanno agricolo adibito a serra per marijuana: arrestato un 47enne

L'edificio, alla Gazzera, è stato sequestrato. L'uomo coltivava le piante e poi si occupava anche dello spaccio. Il suo traffico è stato scoperto dalla polizia locale

È un caso unico nel territorio veneziano, secondo la polizia locale: un capanno agricolo alla Gazzera allestito per la coltivazione di piante di marijuana, luogo in cui avveniva pure il processo di produzione e preparazione per la vendita. Era tutto gestito da una sola persona, un veneziano di 47 anni (M.A. le sue iniziali) che aveva messo in piedi un giro di spaccio di "prodotto a km zero" e che, nella serata di sabato, è finito in arresto.

Centrale di produzione e spaccio

Le pattuglie hanno tenuto d'occhio l'uomo per circa un mese, prima di bloccarlo in flagrante - con l'ausilio delle unità cinofile - mentre stava spacciando in via Brunacci, nella zona dei centri commerciali di Marghera. Visto che aveva con sé una modica quantità di "maria", gli agenti hanno deciso di passare ad una perquisizione in abitazione (a Marghera) e da lì sono risaliti al luogo di coltivazione e produzione della sostanza, alla Gazzera. L'edificio agricolo, che il pusher aveva preso in affitto pagandolo circa 4mila euro al mese (ma il proprietario non sapeva dei suoi traffici), era stato allestito con una cura maniacale e con l'investimento di una cifra cospicua: all'interno si trovavano 7 box-serra con attrezzatura specifica per un valore di circa 20mila euro tra sistemi di ventilazione e aspirazione, temporizzazione, controllo dell'umidità e della temperatura, lampade, bilancini per il peso delle sostanze, flaconi di fertilizzanti, diserbanti e insetticidi, grinder per la triturazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestato

In tutto la polizia locale ha sequestrato circa un etto di marijuana già essiccata, quasi un chilo di foglie fresche e una cinquantina di piante, oltre a tutta l'attrezzatura e all'intero edificio. Il 47enne, che aveva un vecchio precedente per reati di droga, è stato arrestato e successivamente, in seguito alla convalida del giudice, messo ai domiciliari. Dall'inizio dell'anno, gli agenti del servizio sicurezza urbana della polizia locale hanno totalizzato 82 arresti e 134 denunce per droga; inoltre, hanno effettuato 175 sequestri di stupefacente, per un totale di 9 chili e mezzo di sostanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento