Carta d'identità elettronica: richiesta già da 600 cittadini a Venezia, ma il cartaceo piace

Addio al documento cartaceo, il nuovo formato con chip sarà utile per i varchi internazionali e per i certificati online: con impronte digitali e a tutela dal rischio di contraffazione

Una carta d'identità che contiene una miriade di informazioni sul cittadino, quella elettronica. Disponibile negli uffici anagrafici del Comune di Venezia già da dicembre scorso, reca le impronte digitali del possessore, il suo consenso o dissenso alla donazione di organi e tessuti, permette il passaggio ai varchi elettronici internazionali accessibili con documento d'identità e di ottenere certificati online.

Sono 599 le nuove carte d'identità elettroniche rilasciate dai 4 sportelli abilitati dell'anagrafe del Comune, a poco più di un mese dalla presentazione ufficiale del servizio, avvenuta il 21 dicembre 2016.

Nel dettaglio, 248 sono state le tessere emesse dallo sportello di Mestre, 190 a Venezia, 98 a Favaro Veneto e 63 al Lido. “Resta al momento prevalente – ha commentato il consigliere delegato all'Innovazione, Luca Battistella - la richiesta del documento d'identità in formato cartaceo, ma dal confronto con i numeri di richieste del formato elettronico emerge un interesse dei cittadini per questo nuovo strumento tecnologico”. Allo sportello del Lido le carte d'identità elettroniche richieste dai residenti nel Comune di Venezia sono pari al 40% di quelle cartacee, a Favaro al 38%, a Mestre al 37% e a Venezia al 34%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dotata di un microprocessore a radio frequenza che protegge dal rischio di contraffazione i dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare, la carta d'identità elettronica 'Cie' non è solo un documento d'identità, ma anche uno strumento per consentire l’autenticazione in rete da parte del cittadino e l'acquisizione di identità digitali sul Sistema pubblico di identità digitale (Spid), senza la necessità del riconoscimento de visu. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per richiedere la Cie è consigliabile prenotare compilando il modulo online sul sito http://www.cartaidentita.interno.gov.it alla voce 'Prenotati': si eviterà così di fare la fila allo sportello e si potrà seguire online l'iter della pratica e della spedizione. Per richiedere la carta serve una fototessera, in formato cartaceo o elettronica, é consigliabile inoltre avere con sé codice fiscale o tessera sanitaria per  velocizzare le attività di registrazione. La nuova carta, che può essere richiesta se il proprio documento è scaduto o in scadenza nei prossimi 6 mesi, se è stato rubato o smarrito o è deteriorato, è valida 10 anni e costa 22,21 euro, da pagare allo sportello. Entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta il cittadino riceverà la CIE per posta assicurata direttamente all’indirizzo indicato al momento della domanda.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

Torna su
VeneziaToday è in caricamento