Cavallino Treporti: la sanità dei residenti passa dall'Ulss Serenissima al Veneto Orientale

Lunedì siglato accordo a Palazzo Balbi fra i distretti sanitari, il Comune e la Regione valido dal 2018. Ulss 4: "Garantiti stessi servizi e rapporti con il volontariato territoriale"

La Regione del Veneto, il Comune di Cavallino-Treporti, l’Ulss 3 Serenissima e l’Ulss 4 Veneto Orientale hanno siglato lunedì a palazzo Balbi il protocollo d’intesa per il passaggio dell’assistenza sanitaria dei residenti dell’area dall’Ulss Serenissima a quella del Veneto Orientale, come previsto dalla legge regionale di riforma degli ambiti territoriali delle aziende Ulss, entrata in vigore l’1 gennaio 2017.

Il passaggio effettivo di Cavallino-Treporti nell’Ulss 4, come da tempo anticipato, è confermato alla data dell’1 gennaio 2018.

“Si tratta – ha commentato il presidente della Regione, Luca Zaia – di una prospettiva di crescita accompagnata da novi investimenti, tra i quali spicca l’attivazione di un nuovo punto di Primo Intervento, fondamentale per la stagione estiva. Anche il passaggio di consegne avverrà senza soluzione di continuità e i servizi, tutti confermati, non subiranno un solo minuto di interruzione.

Tra i contenuti del protocollo siglato oggi ci sono l’impegno dell’Ulss 4 a mantenere in essere i servizi oggi esistenti sul territorio di Cavallino e i rapporti con le associazioni di volontariato presenti sul territorio. 

La Regione, da parte sua, si è impegnata a garantire le risorse economiche per confermare la continuità dei servizi attualmente erogati e a mettere a disposizione le risorse necessarie per attivare il nuovo punto di primo intervento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I molti appelli delle associazioni di volontariato sul territorio e le raccolte firme dei cittadini dei mesi scorsi, contrari al trasferimento delle competenze sanitarie del Comune al Veneto Orientale, non hanno ottenuto il risultato sperato LEGGI ARTICOLO
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento