Bancomat clonati, cittadini smascherano banda bulgara a Venezia

Dopo un appostamento durato 10 ore, domenica scorsa, i componenti di "Cittadini non distratti" hanno fermato la truffa informatica alla banca Unicredit delle Mercerie, vicino a San Marco

Un lavoro certosino e molto paziente, specie se fatto da chi nella vita fa tutt'altro. Protagonisti “Cittadini non distratti”, gruppo di commercianti veneziani nato una quindicina di anni fa per cercare di contrastare i borseggi in città. Domenica scorsa però hanno fatto un salto di livello controllando tre persone che armeggiavano di fronte alla banca Unicredit delle Mercerie, poco lontano da piazza San Marco.

Era una banda di bulgari all'opera con tanto di skimmer, il lettore di carte di credito, per rubare codici dei bancomat e rivenderli a connazionali e far partire le frodi informatiche. Il pedinamento è durato ben 10 ore, ma alla fine ha dato i suoi frutti. La banda era composta da tre persone, una delle quali era stata fermata dai carabinieri. Gli altri due tentavano di svignarsela ma i “Cittadini non distratti” li hanno pedinati fino in strada Nuova e poi a San Leonardo. Da qui sono stati chiamato i finanzieri che hanno bloccato i due.

 “Abbiamo avuto ragione alla fine - commentano “Cittadini non distratti” al Gazzettino - ma non è stato facile. Spesso volevamo smetterla e tornare alle nostre attività, ma il pensiero che il giorno dopo molta gente avrebbe pianto a causa di questa truffa, ci ha fatto continuare”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Delilah
    Delilah

    Bravi! Da parte di tutta la cittadinanza, grazie di cuore!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    All'inferno e ritorno, il racconto di Rino Polato: "E' stato terribile, ho pensato di morire"

  • Cronaca

    La lite famigliare finisce a coltellate: genero in ospedale ferito, scattano quattro arresti

  • Cronaca

    Elicottero biposto precipita al suolo nel territorio di Musile: perde la vita il pilota

  • Mestre

    Giovane beve tanto da svenire per la strada, poi danneggia una porta dell'ospedale

I più letti della settimana

  • Tragica vacanza in Sudamerica: "Motociclista jesolano ucciso in una favela in Brasile"

  • Gli finisce addosso la friggitrice con l'olio bollente in cucina, giovane ustionato

  • Elicottero biposto precipita al suolo nel territorio di Musile: perde la vita il pilota

  • Chiede indicazioni stradali per raggiungere il club, viene picchiato e rapinato da 6 persone

  • "Voglio essere visitato subito", e scaraventa il computer a terra in pronto soccorso

  • L'accoltellamento a Mestre: "L'aggressore ha offeso una ragazza, poi le ha speronato l'auto"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento